Home NewsBitcoin News

Il criptoverso ha una domanda per la nuova stella di Bitcoin, Paul Tudor Jones, mentre BTC testa di nuovo $ 10K

Di Fredrik Vold
Il criptoverso ha una domanda per la nuova stella di Bitcoin, Paul Tudor Jones, mentre BTC... 101
Paul Tudor Jones. Fonte: video screenshot, Youtube, Goldman Sachs

Dopo che il leggendario gestore di hedge fund Paul Tudor Jones ha creato movimenti nel criptoverso giovedì con le sue dichiarazioni rialziste, la comunità crittografica si chiede se l'investitore abbia realmente dei bitcoin (BTC), che hanno appena superato i 10.000 USD per la prima volta da febbraio.

In una lettera ai suoi clienti, Jones ha dichiarato di aver autorizzato il suo hedge fund - Tudor BVI - ad allocare "una cifra bassa" delle sue attività a contratti futures su bitcoin. Alla fine di marzo, il fondo deteneva oltre 21 miliardi di dollari di attività in gestione. Se il fondo destinasse l'1%, significherebbe un investimento di circa 210 milioni di USD.
   
Jones si è dilettato per la prima volta con BTC nel 2017, raddoppiando i suoi soldi prima di vendere BTC vicino al suo picco a quasi $ 20.000, e ora ha affermato di "aver difeso il possesso di bitcoin, la quintessenza del premio di scarsità".

Alcuni membri del mondo cripto speculano che "il suo family office personale probabilmente abbia dei [bitcoin] fisici" e ora Jones vuole che i suoi investitori abbiano accesso ai rendimenti di BTC e alle sue proprietà di copertura.

"L'odio per [Paul Tudor Jones] perché acquista bitcoin futures con fiat invece che bitcoin fisico è fuori posto. In questo momento vuole solo l'esposizione al rischio prezzo. Quando inizia a sentirsi incerto sull'infrastruttura fiat, imparerà a gestire il proprio nodo e tenere le proprie chiavi private", ha detto, Pierre Rochard, l'evangelista Bitcoin presso Kraken.

In questo istante (00:49 UTC), BTC viene scambiato a 9.970 USD, scendendo dai 10.029 USD. Il prezzo è aumentato del 6% in un giorno e dell'11,5% in una settimana. La dominance di bitcoin, ovvero la percentuale dell'intera capitalizzazione di mercato, è aumentato al 69%.

"Con l'halving di Bitcoin in rapido avvicinamento, riteniamo che un pullback sia molto probabile immediatamente dopo il dimezzamento, con i trader che iniziano a prendere i profitti”, Lennard Neo, responsabile della ricerca presso Stack AM Pte. , che fornisce tracker e indici di fondi criptovaluta, ha detto a Bloomberg. "A lungo termine, tuttavia, possiamo aspettarci che i bitcoin registrino un significativo apprezzamento dei prezzi verso la fine del 2020 e l'inizio del 2021".

Bitcoin contro "La grande inflazione monetaria’

Nel frattempo, Jones, nella sua lettera, ha messo in guardia sulla "grande inflazione monetaria" che sta accadendo proprio ora, mentre chiama bitcoin "un ottimo modo per difendersi" da essa.

L'investitore ha rivelato che la stampa di denaro da parte delle banche centrali gli ha fatto pensare a modi per proteggersi dall'inflazione, valutando di tutto, dall'oro ai buoni del tesoro, certe valute legali ed azioni. Alla fine, tuttavia, si è reso conto che esiste un "ruolo crescente per il bitcoin", in quanto ottiene buoni risultati in base ai criteri per essere un buon deposito di valore, che, afferma, include affidabilità, liquidità e portabilità.

E sebbene Jones abbia dato uno score a bitcoin inferiore all'oro e ad altri asset come riserva di valore, ha detto che è sorpreso per quanto effettivamente abbia performato, aggiungendo:

"Ha ottenuto il 66% dell'oro come riserva di valore, ma ha una capitalizzazione di mercato pari a 1/60 di quella del valore dell'oro. Qualcosa sembra sbagliato qui e suppongo sia il prezzo del bitcoin".

Il criptoverso ha una domanda per la nuova stella di Bitcoin, Paul Tudor Jones, mentre BTC... 102
Fonte: The Great Monetary Inflation

Jones ha inoltre spiegato che crede che i bitcoin trarranno vantaggio dalla "prossima digitalizzazione della valuta che avverrà ovunque, accelerata dal COVID-19", che secondo l'opinione di Jones "renderà la comprensione, l'utilità e la facilità di proprietà del bitcoin un'opzione molto più comune rispetto ad oggi."

"Bitcoin mi ricorda l'oro quando sono entrato per la prima volta nel 1976", ha aggiunto Jones.

Secondo i calcoli del leggendario trader, i governi e le banche centrali di tutto il mondo hanno finora stampato 3,9 trilioni di dollari in nuovi soldi - equivalenti al 6,6% della produzione economica globale - per contrastare il rallentamento economico indotto dal COVID-19.

"È successo a livello globale con una tale velocità che persino un veterano del mercato come me è rimasto senza parole", ha detto Jones, aggiungendo "Stiamo assistendo alla Grande inflazione monetaria - un'espansione senza precedenti di ogni forma di denaro a differenza di qualsiasi cosa il mondo sviluppato abbia mai visto“.

“La migliore strategia di massimizzazione del profitto è quella di possedere il cavallo più veloce ", ha detto Jones, aggiungendo che" Se sono costretto a prevedere, la mia scommessa è che sarà bitcoin.”

Nel frattempo, pubblicando su Twitter prima di oggi, il fondatore di Real Vision Raoul Pal ha affermato che l'attuale impostazione del grafico, combinata con lo sfondo economico estremamente favorevole, ha creato un "set perfetto" per bitcoin.

___

Per saperne di più: Stai pensando di aggiungere Bitcoin al tuo portafoglio? Rispondi innanzitutto a queste 3 domande

Più Articoli