Home NewsEthereum News

ETH batte Bitcoin nei weekend + 6 altre notizie cripto

Di Tim Alper
ETH batte Bitcoin nei weekend + 6 altre notizie cripto 101
Source: iStock/jpgfactory

Crypto Briefs è il tuo riassunto giornaliero di notizie relative alle criptovalute e blockchain che sono passate sotto il radar di Cryptonews.

Notizie sul trading cripto

  • Bloomberg sostiene che un pattern sta emergendo nei prezzi delle altcoin - per cui token quali ethereum e XRP superano la performance di bitcoin nei weekend. L'agenzia di stampa afferma che ethereum ha superato la crescita dei bitcoin in otto degli ultimi 12 weekend. Il token ha anche fatto meglio di Bitcoin in termini di guadagni percentuali giornalieri ed è in procinto di porre fine a una serie di sottoperformance di sei mesi in relazione a BTC.
  • Gli exchange "più puliti" continuano ad essere Kraken, Poloniex, Coinbase e Upbit, secondo il Blockchain Transparency Institute (BTI), un gruppo di ricercatori e appassionati di dati blockchain. Essi sostengono che OKEx e Bibox guidano gli exchange con la più alta percentuale di wash trading nella loro classifica - i volumi falsi di questi exchange superano il 75%, ha affermato ITV. Andy Cheung, capo delle operazioni di OKEx, ha risposto che "NON sono coinvolti e NON tollerano alcuna attività di wash trading presso OKEx", aggiungendo che il rapporto di ITV è "falso". "La metodologia utilizzata è altamente discutibile, in quanto non ci sono dettagli su come sono arrivati a queste cifre. Il Block Transparency Institute non sembra molto trasparente sul suo sito Web", ha detto Cheung.

Notizie sull'adozione

  • Gli osservatori della Corea del Sud hanno offerto ulteriori analisi sulle intenzioni del Nord riguardo le criptovalute. Un gruppo europeo che sta promuovendo l'imminente conferenza crittografica della nazione comunista ha recentemente dichiarato che il Nord sta lavorando su un token "simile a Bitcoin", un'affermazione avanzata da esperti sudcoreani la settimana scorsa. Secondo News1, molti analisti sudcoreani affermano che una stablecoin gestita dallo stato è il risultato più probabile se il Nord sviluppa un token. Il rapporto aggiunge che il software blockchain del Nord è "avanzato" e afferma che Pyongyang è "molto interessato alla criptovaluta".
  • Il sito Torrent The Pirate Bay guadagna somme relativamente piccole dalle donazioni di criptovaluta, secondo un report di Torrent Freak. Il media afferma di aver esaminato gli indirizzi cripto di The Pirate Bay e di avere scoperto donazioni in litecoin per soli 0,40 USD al giorno, con un indirizzo bitcoin che è stato pubblicizzato dal 2017 ricevendo solo 7,63 USD al giorno. Torrent Freak ha così commentato

“Le donazioni non possono certo tenere a galla [The Pirate Bay]. Oggi, più di sei anni dopo che il sito ha accettato per la prima volta le donazioni in criptovaluta, mette insieme poco più di un piccola mancia giornaliera.”

Notizie Blockchain

  • La National Aeronautics and Space Administration (NASA) degli Stati Uniti sta cercando di assumere uno scienziato di dati e afferma che "esperienza in criptovaluta e blockchain" sarebbe "un vantaggio" per i candidati interessati. Il posto di lavoro era pubblicizzato su LinkedIn venerdì della scorsa settimana e il candidato prescelto lavorerà presso il Jet Propulsion Laboratory della NASA a Pasadena, in California.
  • Il governo sudcoreano terrà un hackathon blockchain e Fintech a novembre, secondo iNews24. L'evento è organizzato dal Ministero della Scienza, della Tecnologia e dell'Innovazione, che afferma di voler promuovere "modelli di business nella vita reale" e aumentare la consapevolezza del pubblico su blockchain e fintech. Premi per circa 16.750 USD verranno assegnati alle squadre vincitrici e l'evento si svolgerà in due giorni (29-30 novembre).

Notizie su Investmenti

  • Facebook ha acquistato una startup israeliana di chatbot chiamata Servicefriend. Secondo un rapporto di The Marker, il social network ha pagato una cifra non rivelata per l'accordo e intende integrare i servizi di Servicefriend con il suo progetto Libra. La società israeliana ha offerto i suoi servizi sulle piattaforme WhatsApp e Messenger - entrambe gestite da Facebook.

Più Articoli