Il prezzo di Link sale dell’11% mentre Meme Kombat raggiunge i 650.000 dollari

Sauro Arceri
| 5 min read

Dopo oltre 15 mesi di oscillazione dei prezzi, Chainlink (LINK) ha registrato un repentino breakout del +11% in un potenziale trend rialzista; tuttavia, mentre i sostenitori di Chainlink festeggiano, gli investitori si chiedono se ormai è troppo tardi per acquistare LINK.

Infatti, l’ultimo anno di contrattazioni ha visto l’oracolo leader Chainlink intrappolato nella fascia tra i 5,50 e i 9,50 dollari, che ha lasciato i detentori del token in una sorta di limbo.

Tuttavia, adesso è arrivato l’improvviso breakout al rialzo, innescato da un post sul blog di Chainlink che suggerisce che il lancio di un aggiornamento V0.2 del meccanismo di staking di LINK è previsto per la fine di quest’anno. L’aggiornamento porta con sé nuove funzionalità, tra cui un sistema di sblocco dei token, ricompense liquide per lo staking e lo spostamento, dagli staker ai validatori, degli oneri sui tagli alle quote di staking.

Il breakout al rialzo è stato previsto dal trader crypto di punta VikingXBT, che ha sopportato l’ira di molti detentori di LINK disillusi nelle ultime settimane mentre si sforzava di guidare la comunità di LINK attraverso il recente periodo impegnativo per il prezzo del token.

Analisi del prezzo di LINK: È troppo tardi per comprare Chainlink dopo un rialzo del +11%?


Con la manovra di Chainlink verso l’aggiornamento V0.2, LINK è attualmente scambiato a un prezzo di mercato di 10,18 dollari (che rappresenta una variazione di +1,04% nell’arco delle 24 ore).

Al momento in cui scriviamo, il prezzo di LINK sembra essere in fase di ritracciamento localizzato minore, con un calo del -7,53% rispetto al massimo locale di 11,06 dollari nelle ultime 6 ore.

La mossa improvvisa, innescata dall’aggiornamento della Chainlink Foundation, ha coinciso con una spinta cruciale al di sopra della 20DMA ascendente durante il fine settimana.

Questo avviene in seguito alla comparsa di un modello ‘golden cross’ il 29 settembre.

Con il prezzo in breakout, LINK potrebbe ora trovare un supporto inferiore al livello di 9,50 dollari. Nel frattempo, gli indicatori di LINK stanno riflettendo il drammatico movimento, con il MACD che mostra una divergenza rialzista a 0,281.

Tuttavia, stanno comparendo dei segnali di avvertimento sull’indicatore RSI, che si è surriscaldato con una grave divergenza ribassista fino a un segnale di estremo ipercomprato a 81,25.

L’RSI surriscaldato evidenzia che il prezzo deve ritracciare. Come testimoniano le ultime tre volte che l’RSI si è mosso sopra 70: il 30 settembre (prima di un ritracciamento a -13,95%), il 20 luglio (prima di un -34%) e il 18 aprile (prima di un -45%).

Questo suggerisce un prossimo ritracciamento medio del -30%, un movimento che vedrebbe LINK tornare al recente supporto a doppio fondo a 7,25 dollari.

Nel complesso, anche se ha mostrato forza nel breakout, l’RSI alto non può essere ignorato e LINK sembra vulnerabile a un imminente ritracciamento.

Al momento, LINK ha un obiettivo di rialzo al massimo locale intorno a 11,06 dollari (un potenziale +7,18%). Mentre il rischio di ribasso potrebbe vedere LINK tornare al supporto a doppio fondo a 7,25 dollari (un possibile -29,6%).

Ciò lascia Chainlink con un rapporto rischio/rendimento di 0,24 punti sul breve termine, un’entrata negativa caratterizzata da uno scarso potenziale di rialzo.

Tuttavia, mentre Chainlink sta lottando per mantenere la posizione di recupero, la prevendita di una nuova memecoin sta rubando l’attenzione dei mercati.

La prevendita ha raccolto 650.000 dollari finora – Meme Kombat potrebbe diventare la memecoin più calda del novembre 2023?


Vi presentiamo Meme Kombat, un’iniziativa all’avanguardia che ha fuso senza soluzione di continuità l’amore per i meme e il gioco GambleFi in una piattaforma decentralizzata Web3.

Quindi, cosa rende Meme Kombat interessante e perché i potenziali investitori dovrebbero tenere d’occhio questa prevendita? L’essenza di Meme Kombat risiede nella sua accattivante Arena, dove si scontrano i personaggi dei token meme più famosi.

https://www.youtube.com/watch?v=SLFHk6IsZKY

I giocatori hanno la libertà di scommettere su queste battaglie animate da una grafica estremamente accattivante, prevedendo gli esiti e raccogliendo interessanti ricompense in caso di vittoria.

Con la solida promessa di una Stagione 1 che presenterà 11 distinti personaggi meme, l’azione non mancherà, e per dicembre 2023 sarà pronta anche la Stagione 2.

La natura decentralizzata del progetto, combinata con il brivido delle battaglie guidate dall’intelligenza artificiale, assicura che i risultati siano trasparenti e imprevedibili: ogni battaglia è una nuova esperienza che garantirà il coinvolgimento dei giocatori.

La GameFi attraverso lo staking darà un tocco drammatico alle rivalità tra i meme crypto

Il progetto non punta esclusivamente sull’hype, ma intende costruire una base di fiducia attraverso l’impegno di Meme Kombat per la trasparenza, come testimonia l’imminente verifica di sicurezza del suo contratto intelligente.

A differenza di altri progetti simili, che tengono segreti questi dati, i risultati di questa verifica saranno presto resi pubblici. Inoltre, il fondatore e responsabile del progetto, Matt Whiteman, non è un’entità sconosciuta nello spazio crittografico.

La sua esperienza ventennale in process design, unita alla sua posizione di COO di North Technologies, aggiunge ulteriore credibilità a Meme Kombat.

Mentre molti altri progetti si nascondono dietro il velo dell’anonimato, il profilo aperto di Whiteman e l’indirizzo fisico del progetto, che ha sede ad Amsterdam, offrono un ulteriore livello di affidabilità.

Inoltre, un altro fattore di attrazione per i potenziali investitori è rappresentato dalla tokenomics di Meme Kombat

Fare staking con il token Meme Kombat (MK) e immergersi in un ecosistema gratificante


Con un generoso APY del 112%, gli stakers non solo beneficiano di un reddito passivo ma possono anche utilizzare i loro token per piazzare scommesse nella Meme Kombat Arena. Questa doppia funzionalità distingue Meme Kombat e permette di ottenere un duplice guadagno dal token.

È interessante notare che l’impegno sulla piattaforma influenza direttamente il reddito che si può guadagnare, quindi più si partecipa, più si guadagna.

Con l’industria del GambleFi in piena espansione a seguito di monete come Rollbit, Meme Kombat sembra pronta ad attingere a questo mercato redditizio con il suo approccio innovativo.

Fondendo meme, gioco e blockchain, la piattaforma presenta qualcosa di nuovo alla comunità delle criptovalute.

Per coloro che cercano di diversificare il proprio portafoglio con un’offerta unica, Meme Kombat sembra un’opportunità troppo ghiotta per essere persa. Per rimanere aggiornati sui progressi della prevendita basta iscriversi ai canali social di Meme Kombat su X (ex Twitter) e Telegram.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social