. 1 min read

L’exchange Bitpanda in difficoltà: perdite milionarie e calo di due terzi del fatturato!

L’industria delle criptovalute ha subito un periodo di crisi, noto come “inverno crypto”, che non ha risparmiato nemmeno gli exchange

L’ultima società a essere colpita è stata la start-up austriaca Bitpanda, che ha recentemente reso noti i suoi risultati finanziari mostrando una perdita di 116 milioni di euro, mentre il fatturato è sceso drasticamente a 90 milioni di euro.

L’impatto della caduta dei prezzi delle criptovalute


Il crollo dei prezzi delle criptovalute si riflette nei bilanci di Bitpanda. Il 2022 si è rivelato devastante per l’azienda che, oltre alla svalutazione delle attività in criptovalute, ha dovuto subire anche una flessione delle entrate.

Secondo quanto riferito da Finance FWD, i dati mostrano che le perdite per il  2022 hanno raggiunto i 116 milioni di dollari, superando persino il fatturato annuale.

Tuttavia, Bitpanda ha spiegato che questa situazione è in gran parte attribuibile alle importanti rettifiche del valore degli asset che si sono rese necessarie a seguito di ristrutturazioni aziendali.

Nel frattempo, Bitpanda ha spostato la sua sede dall’Austria alla Svizzera.

Piani per il futuro


La direzione di Bitpanda è ottimista riguardo al futuro. L’azienda ha ottenuto una licenza per operare in Germania, consentendole di offrire ufficialmente i suoi servizi nel Paese.  Nell’estate del 2023 ha superato il traguardo del milione di clienti in Germania sulla sua piattaforma.

Dopo la partnership con la super-app finanziaria francese Lydia, stretta nel 2021, Bitpanda ha ora in programma di collaborare con la grande banca Raiffeisen, aprendo la strada affinché i clienti Raiffeisen in Austria possano accedere alle criptovalute entro la fine dell’anno. Tuttavia, il bilancio del 2022 rappresenta ancora una sfida.

Il ritorno alla redditività


Bitpanda sta lavorando per affrontare le sfide del futuro. Tuttavia, il calo di interesse e delle entrate rimane evidente, tanto che lo scorso anno l’azienda è dovuta ricorrere a diversi licenziamenti. Inoltre, la crisi criptovalutaria sta mettendo a dura prova i nuovi progetti in cerca di investitori.

Nonostante tutto questo Bitpanda guarda al futuro con ottimismo. Il mercato è in una fase di consolidamento ed è prevista una forte crescita nel prossimo ciclo. Bitpanda vuole però tornare alla redditività già nel corso di quest’anno.

La piattaforma di trading vuole espandere i suoi servizi includendo azioni ed ETF, riducendo la dipendenza dalle fluttuazioni del mercato delle criptovalute.

 

Leggi anche: