02 lug 2021 · 5 min read

Ecco perché Robinhood non ti consente di prelevare Bitcoin, DOGE & Co.

Mentre la piattaforma di trading online statunitense Robinhood si sta orientando verso la sua offerta pubblica iniziale (IPO), il suo deposito presso la Securities and Exchange Commission (SEC) del paese rivela perché la società attualmente non consente agli utenti di depositare e prelevare criptovalute nella o dalla sua piattaforma. Detto questo, Robinhood ha anche ribadito che potrebbero cambiare questa politica in un futuro non specificato.

Robinhood exchange

Fonte: Adobe/ink drop

Ha detto la società che "se in futuro dovessimo consentire ai clienti di depositare e prelevare criptovalute nella e dalla nostra piattaforma, tali depositi e prelievi potrebbero comportare la perdita di beni dei clienti, controversie con i clienti e altre responsabilità, con un impatto negativo sulla nostra attività, condizioni finanziarie e risultati di operazioni".

Questa dichiarazione segue un paragrafo più lungo sulla posizione della SEC sulle criptovalute, nonché sulle decisioni delle piattaforme su quali consentire tali operazioni. Le preoccupazioni normative svolgono un ruolo importante nella politica della piattaforma.

Robinhood attualmente fornisce una piattaforma di trading per un numero limitato di criptovalute, che affermano di aver analizzato "in base alle politiche e procedure interne applicabili e che non credono siano titoli azionari ai sensi delle leggi sui titoli statunitensi".

Queste non sono determinazioni legali, tuttavia, e "indipendentemente dalle nostre conclusioni, potremmo essere soggetti ad azioni legali o regolamentari nel caso in cui la SEC, o un tribunale, dovessero determinare che una criptovaluta attualmente scambiata sulla nostra piattaforma è "titolo azionario" secondo la legge statunitense".

Se la SEC decidesse che una particolare moneta è un titolo azionario, Robinhood potrebbe rimuovere altre monete "che hanno caratteristiche simili alla criptovaluta considerata come un titolo".

Pertanto, sia la quotazione che la cancellazione delle monete, o l'impossibilità di aggiungerne di nuove, avrebbero un impatto negativo sull'azienda.

Un altro problema è di natura tecnica, poiché la società afferma che, per depositare o prelevare criptovalute, gli utenti dovrebbero utilizzare le proprie chiavi private ed eventualmente fornire ulteriori informazioni.

Errori di battitura?

Secondo Robinhood "potrebbero verificarsi una serie di errori nel processo di deposito o prelievo di criptovalute nella o dalla nostra piattaforma, come errori di battitura, errori , o la mancata inclusione delle informazioni richieste dalla rete blockchain".

Ad esempio, hanno affermato che gli utenti potrebbero inviare accidentalmente denaro alla chiave pubblica della piattaforma o di un destinatario, o a un portafoglio completamente sbagliato, perdendo così definitivamente i fondi.

 

"Tali incidenti potrebbero causare controversie con i clienti, danni al nostro marchio e alla nostra reputazione, rivendicazioni legali contro di noi e responsabilità finanziarie, ognuna delle quali potrebbe influire negativamente sulla nostra attività, sulle condizioni finanziarie e sui risultati delle operazioni", ha spiegato la società.

Inoltre, consentendo depositi/prelievi di criptovalute, le criptovalute potrebbero esporre la società a " rischi maggiori " relativi a potenziali violazioni delle sanzioni commerciali, antiriciclaggio e leggi sul finanziamento del terrorismo, e "tali transazioni fraudolente potrebbero essere difficili o impossibili per noi da rilevare e annullare in determinate circostanze."

Infine, se dovesse esserci un "fork" della blockchain temporaneo o permanente, potrebbe influire negativamente sull'attività di Robinhood, ha osservato il deposito, poiché ciò potrebbe portare a nuove reti, ulteriori problemi di sicurezza, interruzione dei sistemi informatici della piattaforma, perdita di fiducia dei clienti nei confronti dell' azienda, qualora decidesse di non supportare la criptovaluta forkata, ecc.

Detto questo, Robinhood Crypto (RHC) fa affidamento sulle sue affiliate, banche terze e sedi di negoziazione per fornire i suoi prodotti e servizi di criptovaluta ai suoi clienti. Inoltre la società ha affermato che qualsiasi inabilità a mantenere relazioni adeguate con loro e "qualsiasi incapacità di regolare le transazioni dei clienti relative alle offerte di criptovaluta di RHC, può influire negativamente sulla nostra attività, sulle condizioni finanziarie e sui risultati delle operazioni".

Eppure, ciò non esclude la possibilità che i prelievi/depositi di criptovalute possano eventualmente essere possibili, poiché il deposito affermava che "potremmo offrire questa funzionalità in futuro".

Robinhood sta seguendo le orme di Revolut

Annunci precedenti avevano suggerito che Robinhood e PayPal stanno valutando di seguire le orme di Revolut, con piani per consentire prelievi di criptovalute su portafogli di terze parti in una mossa che potrebbe intensificare la loro concorrenza contro gli exchange di criptovalute.

Nel frattempo, nei primi tre mesi del 2021, la piattaforma ha registrato un aumento delle entrate derivanti dalle transazioni cripto che sono aumentate al 17% delle sue entrate totali, rispetto al 4% registrato negli ultimi tre mesi del 2020.

Nel documento si legge che "anche se attualmente supportiamo un portafoglio di sette criptovalute per il trading, per i tre mesi terminati il ​​31 marzo 2021, il 34% delle nostre entrate basate sulle transazioni di criptovaluta era attribuibile alle transazioni in dogecoin (DOGE), rispetto al 4% per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2020".

Robinhood

Fonte: Robinhood

Nel frattempo, come riportato, Robinhood dovrà pagare circa 70 milioni di dollari di sanzioni per le sue interruzioni a livello di sistema e per le comunicazioni fuorvianti. La Financial Industry Regulatory Authority (FINRA) degli Stati Uniti l'ha definita "la più grande sanzione pecuniaria mai ordinata dalla FINRA, che riflette la portata e la gravità delle violazioni".

Verranno pagati 57 milioni di dollari a titolo di sanzione, oltre a 12,6 milioni di dollari di restituzione, più interessi. Ha affermato che la "FINRA ha considerato il danno diffuso e significativo subito dai clienti, inclusi milioni di clienti che hanno ricevuto informazioni false o fuorvianti dall'azienda, milioni di clienti colpiti dalle interruzioni dei sistemi dell'azienda nel marzo 2020 e migliaia di clienti che l'azienda ha approvato al fine di negoziare opzioni, quando non era appropriato per i clienti farlo".

 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN  ____

Per saperne di più:
- Robinhood Suspected To Be a Dogecoin Whale As It Plans New Crypto Services
- Robinhood Moves To the Rich Side as Crypto Enters Its 'Netscape Moment'

- Robinhood Now Limits Crypto Trading Too
- Robinhood CEO Denies Being Directed to Halt GME Buying

- Fintech Heavyweights Revolut, Robinhood Gun for More Crypto Gains
- PayPal, Square, Revolut, and Robinhood: A Crypto Comparison