20 ott 2021 · 4 min read

Facebook: Diem potrebbe essere la stablecoin del Metaverso

Facebook Metaverso
Mark Zuckerberg. Fonte: screenshot del video, Youtube, CNBC Television

La decisione di Facebook di collaborare con l'exchange di criptovalute Coinbase sul suo progetto pilota per il portafoglio digitale Novi sta attirando l'attenzione di osservatori tecnologici, politici e cripto – e alcuni stanno iniziando a credere che il tanto atteso progetto stablecoin Diem potrebbe presto svolgere un ruolo chiave, in quanto l'azienda continua la sua spinta verso un futuro a tema metaverso.

Come riportato ieri, Coinbase fornirà servizi di custodia e di cold storage a un numero selezionato di utenti, utilizzando la stablecoin Pax Dollar (USDP) in Guatemala e negli Stati Uniti.

Ma mentre Facebook ruota verso il metaverso, i segnali puntano verso un futuro che probabilmente coinvolgerà una combinazione di mondi virtuali e Diem.

Il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha iniziato a parlare dei suoi piani per il metaverso nell'estate di quest'anno e gli osservatori del settore affermano che questi piani non sono altro che grandiosi: nientemeno che un tentativo di Facebookificare il mondo. Con l'avvicinarsi dell'alba del Web 3.0, Facebook vuole reinventarsi come punto centrale cruciale di una prossima rivoluzione tecnologica.

Probabilmente una cosa simile a un metaverso esistente finora è stato il gioco di successo di Sky Mavis Axie Infinity, la cui valuta di gioco è il token axie infinity shards (AXS) basato su Ethereum (ETH).

Un'impresa simile nel metaverso guidata da Facebook potrebbe cercare di fare lo stesso con Diem.

Cambio di nome per Facebook?

In effetti, il cambiamento epocale è così grande che Facebook potrebbe persino ottenere un cambio di nome per segnare il suo nuovo corso, ha affermato un giornalista senior di The Verge.

Qualsiasi piano per un metaverso implicherebbe quasi sicuramente una qualche forma di valuta digitale. E a lungo termine, è meno probabile che questa sia una stablecoin consolidata come l'USDP – è più probabile, alcuni suggerirebbero, che sia un token su cui Facebook ha lavorato a porte chiuse per un certo numero di anni, vale a dire Diem (ex Libra).

Non tutti nel mondo dei social media sembrano essere contenti della nuova direzione di Facebook. Il fondatore di Twitter e sostenitore di bitcoin (BTC) Jack Dorsey è intervenuto in una discussione sul metaverso con un tetro avvertimento su come potrebbe essere il futuro se Zuckerberg riuscisse a fare a modo suo.

Lo schietto Bitcoiner e lo sviluppatore indipendente Udi Wertheimer hanno ipotizzato che "l'insistenza di Facebook nel lanciare una criptovaluta" e nello sviluppo di un metaverso "significa una cosa", vale a dire che "Zuckerberg [ne ha] avuto abbastanza di gestire un'azienda" e invece "vuole gestire un paese.”

Reagendo alla possibile notizia del cambio di nome di Facebook, Wertheimer ha anche affermato che era "assolutamente folle che il marchio Facebook" fosse stato "trascinato nel fango così tanto che sono disposti a liberarsene del tutto" - un riferimento al torrido che ha vissuto l'azienda nelle ultime settimane.

Dopo un'imbarazzante interruzione recente che ha messo fuori uso non solo Facebook, ma anche le sue piattaforme Instagram e WhatsApp, un ex dipendente ha poi accusato pubblicamente l'azienda di mettere i suoi profitti prima del benessere dei suoi utenti, facendo trapelare alla stampa decine di documenti interni dannosi .

Critiche dai legislatori

I legislatori americani, a lungo diffidenti sia su Facebook che sui suoi motivi legati alle criptovalute, si sono immediatamente lanciati sul sentiero di guerra dopo aver appreso le notizie di Novi.

Un gruppo di senatori composto da Brian Schatz, Sherrod Brown, Richard Blumenthal, Elizabeth Warren e Tina Smith ha scritto una lettera a Zuckerberg, affermando, secondo un comunicato stampa reso pubblico dall'ufficio di Schatz,

"Facebook sta ancora una volta perseguendo piani di valuta digitale su una tempistica aggressiva e ha già lanciato un progetto pilota per una rete di infrastrutture di pagamento, anche se questi piani sono incompatibili con l'attuale panorama normativo finanziario".

E i senatori non si sono risparmiati, aggiungendo che "Non ci si può fidare di Facebook per gestire un sistema di pagamento o una valuta digitale quando la sua capacità esistente di gestire i rischi e proteggere i consumatori si è dimostrata del tutto insufficiente".

Molti erano d'accordo, e sentimenti simili sono stati espressi su un thread separato, con un'utente che ha scritto che questa era la "prima volta che i politici [avevano] detto qualcosa di vero".

Ma alcuni non erano così sicuri, con un Redditor che ha avvisato che i politici avevano un "programma" anti-cripto, spiegando:

“Per quanto concordo sul fatto che Facebook abbia una leadership a livello di lucertola, è improbabile che i politici stiano cercando di fermare Facebook per il bene delle persone. È più probabile che siano preoccupati per il livello di adozione che porterebbe alle criptovalute e per l'impatto sui loro contributi alla campagna".

____

Reazioni:

______

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
_______ 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
__________
Per saperne di più:
- Facebook: 10.000 posti di lavoro per il progetto Metaverso
- Facebook investe 50 milioni USD nel Metaverso

- Investire nel Metaverso:4 Modi per Investire nel Futuro Virtuale
- Utilizing NFTs in the Metaverse