. 2 min read

Nexon spende 100 milioni di dollari in Bitcoin in vista della ‘Potenziale Svalutazione della Valuta Fiat’

Il colosso del gioco asiatico, Nexon, ha dichiarato di aver acquisito BTC 1.717 per circa 100 milioni di dollari, poiché la società “deve pensare seriamente al futuro potere di acquisto dei nostri contanti in un mondo di potenziale svalutazione monetaria”.

Fonte: Adobe / fotofabrika

La società stava pagando in media 58.226 USD per BTC, comprese commissioni e spese, e non ha rivelato la piattaforma utilizzata per questo acquisto. Nexon fa parte di un impero commerciale che comprende anche gli exchange cripto Korbit e Bitstamp.

Questo acquisto di BTC rappresenta meno del 2% della liquidità totale di Nexon e dei suoi equivalenti monetari(a partire da dicembre 2020), hanno aggiunto. La società ha affermato di detenere più di 5 miliardi di dollari in contanti e equivalenti in liquidità, principalmente sotto forma di JPY, USD e KRW.

La società ha detto a Cryptonews.com che non hanno in programma di “vendere nessuna delle nostre valute” e che non hanno “annunci in sospeso relativi all’acquisizione aggiuntiva di altri asset digitali”.

“Il nostro acquisto di bitcoin riflette una strategia disciplinata per proteggere il valore per gli azionisti e per mantenere il potere d’acquisto dei nostri asset monetari”, ha affermato Owen Mahoney, Presidente e CEO di Nexon, nell’annuncio.

Secondo lui, nell’attuale contesto economico, bitcoin “offre stabilità e liquidità a lungo termine pur mantenendo il valore della nostra liquidità per investimenti futuri”.

Come riportato, questa settimana, il colosso automobilistico Tesla ha anche inviato un segnale rialzista alla comunità imprenditoriale globale, sostenendo che BTC ha un valore “a lungo termine” e potrebbe essere utilizzato per risolvere i problemi di liquidità dei contanti.

“Solitamente il contante depositati in banca” per tali utilizzi può generare pochi punti percentuali di interesse con un rischio molto basso, tipicamente prestandoli ad altri. Ma nell’attuale contesto di tassi di interesse storicamente bassi, queste partecipazioni non generano quasi alcun rendimento , soprattutto se confrontati con l’inflazione. Anche le obbligazioni spazzatura – che comportano un rischio più elevato ed erano precedentemente note come ad “alto rendimento” – sono diventate una fonte di “rischio senza ricompensa”, ha detto Owen Mahoney in un post sul blog separato, aggiungendo che con la spesa pubblica e livelli di debito così alti, anche un piccolo aumento dei tassi di interesse renderebbe il pagamento del debito ancora più difficile di quanto non sia già.

Secondo lui, la società vede BTC come una forma di denaro che probabilmente manterrà il suo valore.

“Comprendiamo che ci sono rischi e continuiamo a studiarli”, ha detto Mahoney.

Ha aggiunto che “c’è una forte possibilità” che la riserva di valore non fisica “diventi un’idea dominante in un futuro non troppo lontano e che molte più persone e aziende si chiederanno se possono fare affidamento esclusivamente su sistemi valutari legacy o se invece dovrebbero abbracciare il nuovo “.

Alle 06:34 UTC, BTC viene scambiato a 54.151 USD, riducendo i suoi guadagni oggi. È diminuito dell’1% in un giorno e del 4% in una settimana.
___
Per saperne di più:
Meitu CEO Hints More Asian Firms May Buy Bitcoin, Ethereum, As Shares Rally
Bitcoin Snowball Is Expected To Hit More Institutions in 2021
A Wave of Giants Rushing to Invest in Bitcoin Could Derail the Stock Market
Norwegian Giant Aker Goes Bitcoin, Defends BTC Mining, Eyes Micropayments


Articoli consigliati