4 motivi per cui i musei ancora non utilizzano gli NFT

NFT
Fonte: Adobe/Alessandro

Lo strabiliante prezzo di vendita di 69 milioni di dollari dell'11 marzo 2021 per un token non fungibile (NFT) creato dall'artista digitale Beeple ha suscitato scosse nel mondo dell'arte. Presto seguirono altre vendite multimilionarie di questi asset digitali, che esistono su una blockchain e sono mantenute su computer in rete.

Allo stesso tempo, i musei d'arte hanno dovuto affrontare notevoli carenze finanziarie, dovute al calo dei visitatori e delle donazioni indotte dalla pandemia di COVID-19. Molti hanno preso in considerazione l'adozione di misure drastiche, come la vendita di opere d'arte preziose, per colmare le lacune di budget.

Gli NFT possono generare le entrate di cui molti musei hanno disperatamente bisogno? Alcuni stanno emettendo i propri token, tra cui il British Museum e l'Academy Museum of Motion Pictures. L'Institute of Contemporary Art di Miami ha accettato un primo NFT da un donatore. C'è persino un NFT di un intero museo chiamato Museum of Digital Life.

Eppure, dopo più di sei mesi dall'inizio di questo sconvolgimento del mondo dell'arte, i musei si sono generalmente impegnati molto poco con gli NFT. Come ricercatori che esaminano sia le finanze delle organizzazioni senza scopo di lucro sia la crescita degli NFT, i crypto asset e altre applicazioni blockchain associate, vediamo quattro ragioni principali per cui i musei non sono riusciti a trasformare la mania NFT in una manna finanziaria.

4 motivi per cui i musei ancora non utilizzano gli NFT

 

1. Gli NFT sono complicati

Le persone che gestiscono i musei hanno competenze che comprendono arte, istruzione e cura. Gli NFT sono un settore completamente diverso che è abbastanza distaccato dall'arte e sono più affini alle criptovalute, rispetto alle opere d'arte tipiche come dipinti e sculture.

Ciò che distingue gli NTF dalle criptovalute, come bitcoin ed ethereum, progettati per essere intercambiabili, è che ogni NFT rappresenta un asset unico. Capire come gli NFT devono essere trattati, detenuti e valutati è difficile, e la capacità di coniare rapidamente gli NFT per le aste non è qualcosa che può venire naturale al personale del museo. Inoltre, gli NFT vengono generalmente acquistati e venduti con criptovalute e non molte organizzazioni, inclusi i musei, effettuano regolarmente transazioni utilizzandole.

Oltre a qualsiasi know-how finanziario mancante e a una cultura che cerca di ridurre al minimo i rischi, ci sono complessità legali e complicazioni assicurative. Quindi possiamo capire perché i musei non si siano precipitati nel mercato degli NFT.

2. Potrebbe mancare il rialzo monetario

La connessione tra la proprietà di un'opera d'arte e un NFT associato a quell'opera d'arte può creare confusione. Sebbene possa sembrare diversamente, gli NFT è un asset separato dall'arte stessa. I proprietari dell'arte mantengono la proprietà anche dopo che qualsiasi NFT derivato da quell'arte è stato coniato e venduto.

Questa separazione può significare che il proprietario dell'arte non ha particolari capacità di trasformare un NFT affiliato in un grande profitto. Proprio come il valore di un dipinto ha poco a che fare con il valore della vernice, della tela e della cornice, il valore finanziario di un NFT è soggettivo. Dipende da quanto sono disposti a pagare gli altri.

I creatori dell'arte sottostante, come musicisti e artisti, che mantengono il controllo sul loro lavoro, possono coniare NFT ad essi collegati. Una volta che l'arte è conservata in una collezione museale, tuttavia, il valore degli NFT è meno chiaro.

Proprio come una copia autografata dall'autore di un libro può essere più preziosa di un libro senza quella firma, un NFT coniato da un artista di un'opera d'arte popolare può attirare l'interesse dei collezionisti. D'altra parte, un libro firmato dall'editore o un NFT coniato da un museo è destinato a essere meno attraente per i collezionisti. Un NFT coniato da un artista che un museo tiene potrebbe attirare più interesse.

Detto in altro modo, anche se un museo possiede opere d'arte di valore, ciò non significa che coniare NFT sia un flusso di entrate garantito.

 

3. Il mercato NFT valorizza gli artisti, non le istituzioni

Una ragione di fondo per cui il mercato degli NFT legati alle opere d'arte è prosperato è perché gli acquirenti considerano l'acquisto e il possesso di un NFT, come un mezzo per interagire e sostenere finanziariamente l'artista.

Più in generale, l'etica è di decentralizzazione e gli acquirenti degli  NFT hanno meno probabilità di essere entusiasti di un intermediario che si unisce alla mischia.

Un esempio dell'etica costruita attorno al sostegno degli artisti è la prevalenza di smart contract che garantiscono royalties per l'artista che fluiranno ogni volta che viene venduta un NFT legato a una delle loro opere.

In effetti, la monetizzazione spesso propagandata come il principale vantaggio per i musei che cercano di entrare nel mercato NFT, potrebbe non essere così semplice come sembra inizialmente.

In primo luogo, i musei devono vedere se monetizzare le loro collezioni esistenti pregiudicherebbe in qualche modo l'accesso pubblico alle collezioni, violando potenzialmente le loro missioni e il loro statuto. In secondo luogo, devono disporre di protocolli atti a garantire che i proventi delle vendite legate alla raccolta vengano correttamente reinvestiti. E c'è il rischio che questo processo possa inavvertitamente portare a trattare pezzi della collezione come strumenti finanziari se da essi viene generato un reddito piuttosto che servire esclusivamente come oggetti in mostra per il pubblico.

Andando avanti, resta da vedere se gli NFT andranno a beneficio finanziario dei musei fisici, piuttosto che creare nuove opportunità per quelli virtuali.

 

4. Volatilità e incertezza rendono rischiosi gli NFT
 

Sebbene i prezzi elevati che possono ottenere siano accattivanti, ci sono innumerevoli casi di NFT che diventano rapidamente inutili.

E, come con le criptovalute, c'è molta volatilità. Il valore di diversi NFT ha subito perdite enormi e drammatiche, comprese quelle emesse da Grimes, A$AP Rocky e John Cena.

Affidarsi a NFT per raccogliere denaro può essere rischioso e i consigli di amministrazione dei musei potrebbero stabilire che non è appropriato per la loro organizzazione di beneficenza possederli. Ciò significa che i musei potrebbero essere costretti a liquidare rapidamente qualsiasi NFT coniato o ricevuto, anche se tale vendita renderà gli NFT meno preziosi per l'istituzione.

Inoltre, c'è ancora una grande incertezza su ciò che i preziosi NFT possono fare per gli obiettivi primari di un museo d'arte. Non sono né di natura fisica né opere d'arte. Anche l'opera d'arte digitale che può essere visualizzata è separata da qualsiasi NFT derivato da essa.

A dire il vero, gli NFT sono ancora nuovi. Le banche e altre istituzioni finanziarie tradizionali inizialmente sono rimaste ai margini delle criptovalute, ma hanno lentamente assunto un ruolo più importante in quei mercati. È certamente possibile che qualcosa di simile accadrà con le istituzioni tradizionali nel mondo dell'arte man mano che il mercato NFT matura.

[Comprendi ogni settimana i nuovi sviluppi nel campo della scienza, della salute e della tecnologia. Iscriviti alla newsletter scientifica di The Conversation.]

Questo articolo è stato ripubblicato da The Conversation con una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.

 

______

Brian Mittendorf, Professore designato di contabilità da Fisher, Ohio State University, e Sean Stein Smith, Professore assistente di Economia e Commercio, Lehman College, CUNY.

______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

______

Per saperne di più:
- 1 NFT su 4 acquistato durante il conio determina un profitto
- Gli NFT necessitano di un sistema di gestione della PI?

-  NFT: ci sarà più chiarezza sul piano normativo?
- Come puoi capire se un progetto NFT è legittimo?
- Perché quando acquisti un NFT non lo possiedi completamente?
- Gli NFT stanno cambiando il settore cinematografico