27 nov 2021 · 5 min read

L'Euro sta crollando a causa di politica, Covid e inflazione

Euro vs Dollaro
Fonte: Adobe/Jamrooferpix

Keith Pilbeam, professore di economia, City, Università di Londra.
____

L'Euro si è indebolito nei confronti del dollaro USA dall'inizio del 2021, passando da circa 1,23 dollari al suo attuale tasso di cambio di 1,13 dollari. Si tratta di un calo di circa il 9%, il che è significativo, soprattutto perché queste sono le due principali valute del mondo. Il calo si è anche intensificato a novembre, scendendo del 3%, da quando è iniziato un mese che ha visto violenze nelle capitali europee per le restrizioni COVID, problemi di migranti al confine tra Bielorussia e Polonia, e l'ammassamento di truppe russe al confine con l'Ucraina.

Il calo dovrebbe essere visto in un contesto più ampio, però. L'euro è ancora più forte di un paio di anni fa, quando era circa 1,10 dollari. Ha anche attraversato una pesante volatilità settimanale da febbraio ad aprile 2020 nella prima parte della pandemia di COVID, rimbalzando tra circa 1,07 e 1,13 dollari, in un momento in cui molti investitori stavano fuggendo verso il dollaro USA per sicurezza e c'era molta incertezza su ciò che i blocchi avrebbero significato.

Grafico dell'euro vs il dollaro USA

Euro Dollaro
Trading View

È noto che spiegare i movimenti delle valute su base settimanale o addirittura mensile è estremamente difficile, soprattutto quando si tratta di grandi economie come gli Stati Uniti e i paesi della zona euro. Ma sicuramente dobbiamo guardare cosa sta succedendo in entrambe le regioni e non solo in una o nell'altra. Usando questa semplice idea, ci sono diverse spiegazioni per il recente deprezzamento dell'euro.

Differenze di inflazione

La prima spiegazione riguarda la Federal Reserve e la Banca Centrale Europea (BCE) che stimolano le loro economie usando il quantitative easing (QE), che è essenzialmente la creazione di denaro per comprare attività finanziarie come i titoli di stato dalle banche e altri grandi investitori. Entrambe le banche centrali lo stanno facendo ampiamente dall'inizio della pandemia.

Tuttavia, con l'inflazione annuale negli Stati Uniti che ha raggiunto un serio livello del 6,2%, rispetto a un meno problematico 4,1% nella zona euro, la sensazione è che a breve la Fed terminerà i suoi acquisti di titoli. Questo perché l'aumento dell'offerta di denaro ha il potenziale di alimentare l'inflazione. Infatti, la Fed ha recentemente già iniziato il "tapering" o il rallentamento del tasso di QE con l'obiettivo di fermarlo nella seconda metà del 2022. D'altra parte, la BCE ha discusso una sostituzione del suo programma di QE da 2,2 trilioni di dollari quando finirà nel marzo 2022.

Collegato a questo c'è una crescente aspettativa che gli Stati Uniti potrebbero anche dover iniziare una serie di aumenti dei tassi di interesse dalla metà del 2022 per frenare l'inflazione, mentre il presidente della BCE Christine Lagarde ha appena chiarito che è improbabile che la BCE inizi ad aumentare i tassi almeno fino al 2023. Queste differenze emergenti nelle posizioni di politica monetaria degli Stati Uniti e della zona euro hanno chiaramente favorito un rafforzamento del dollaro (poiché il QE e i tassi di interesse più bassi tendono a far deprezzare una valuta).

COVID e la politica

Un secondo fattore cruciale è stata la recente forza dell'economia statunitense nella sua ripresa dalla pandemia rispetto alla zona euro. Nel 2021, il Fondo Monetario Internazionale prevede che gli Stati Uniti cresceranno del 6% rispetto al 5% dell'eurozona, mentre nel 2022 dovrebbero crescere rispettivamente del 5,2% e del 4,3%. Di nuovo, questo indica la forza del dollaro.

Altre chiusure di COVID negli Stati Uniti sembrano improbabili (anche se i casi sono di nuovo in aumento), ma non nell'area dell'euro, dove il tasso di infezioni è in forte aumento nelle ultime settimane in paesi come Germania, Francia, Paesi Bassi, Austria e Belgio. L'Austria è ora di nuovo in isolamento, e altri paesi della zona euro potrebbero seguirne l'esempio.

Un ultimo motore della recente forza del dollaro è una maggiore stabilità politica. L'amministrazione Biden ha ancora tre anni di mandato e recentemente è riuscita a far passare il suo pacchetto di incentivi Build Back Better da 1,7 trilioni di dollari.

Al contrario, i paesi della zona euro affrontano un periodo di maggiore instabilità politica. La Germania sta vedendo finire i 16 anni di relativa stabilità sotto Angela Merkel. La questione se Emmanuel Macron avrà successo nelle elezioni francesi dell'aprile 2022 contro Marine Le Pen sta anche pesando sulla mente degli investitori, così come le continue frizioni commerciali tra l'UE e il Regno Unito sulla Brexit.

Tutto ciò avviene in un momento in cui l'accumulo di truppe russe vicino all'Ucraina solleva la prospettiva di un conflitto militare ai confini dell'Europa - per non parlare del fatto che la Russia ha già limitato la fornitura di gas della regione e uno dei suoi principali gasdotti passa attraverso l'Ucraina. Inoltre, ci sono state significative proteste anti-vaccino in Francia, Olanda, Germania e Italia, e i governi europei sono ora sotto forte pressione per tenere sotto controllo le loro spese.

Quindi, mentre i movimenti valutari a breve termine sono molto difficili da prevedere, ci sono molte ragioni per credere che il recente periodo di debolezza dell'euro continuerà. Questo sta rendendo le importazioni nella zona euro più costose - non ultima l'energia - e mentre ciò comporta alcuni benefici per un grande esportatore come la Germania, mina anche la credibilità della zona euro come forza economica globale.

La svolta potrebbe essere se la BCE riconoscesse che c'è un problema di inflazione che deve essere affrontato, ponendo fine al suo esperimento con il QE e iniziando il processo di aumento dei tassi di interesse. Questo, tuttavia, non sembra probabile a breve.

Questo articolo è ripubblicato da The Conversation sotto una licenza Creative Commons. Leggi l'articolo originale.

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più: 
- Interest Rates: Why the Era of Cheap Money Is Finally Ending
- Bitcoin sale mentre la cartamoneta tocca il minimo storico

- Gli alti prezzi di Bitcoin provano l'inflazione americana
- Cosa succederebbe se gli USA fallissero per l'alto debito?

- Bitcoin e cripto riducono la disuguaglianza di ricchezza
- Inflation Scares in an Uncharted Recovery

- L'aumento dei tassi è un ulteriore test per Bitcoin
- CDO e la crisi finanziaria globale del 2007-09