. 2 min read

Da oggi il Gas di Ethereum si paga anche con carta di credito VISA

Ottime notizie nell’ambito della semplificazione dei pagamenti on-chain decentralizzati e in particolare per quanto riguarda le commissioni “gas” di Ethereum. Il colosso dei pagamenti on-line VISA sta infatti lavorando a una soluzione sperimentale che consenta di pagare le tariffe del gas di ETH sulla chain con una carta Visa.

Mustafa Bedawala, product manager di Visa, ha condiviso in un post il classico problema che devono affrontare gli utenti che utilizzano i wallet di criptovalute, ovvero la necessità di detenere fondi in ETH per pagare le tariffe di transazione sulla rete Ethereum.

Il processo tipico prevede che gli utenti acquistino ETH tramite un exchange o un servizio bancario on-ramp, quindi trasferiscano ETH nel proprio wallet per garantire la copertura sufficiente per le tariffe del gas.

La variazione dei prezzi del gas di Ethereum, spesso imprevedibile, obbliga gli utenti a pagare tariffe elevate o impedisce la transazione a causa della mancanza di fondi, generando frustrazione negli utenti.

Pagamenti con carta Visa per le tariffe del gas

La soluzione proposta da Visa sfrutta lo standard di astrazione dei conti ERC-4337 di Ethereum e una funzione nota come smart contract “paymaster“, che facilita i pagamenti delle tariffe del gas fuori dalla chain. Il processo dovrebbe funzionare come segue:

1 -Un utente avvia una transazione Ethereum attraverso il proprio wallet che  invia i dettagli della transazione al servizio web paymaster.

2- Il servizio web calcola il costo della tariffa del gas e addebita l’importo sulla carta Visa dell’utente utilizzando il sistema Cybersource di Visa per elaborare il pagamento con carta.

3- In seguito, il servizio web invia una firma digitale al wallet, approvando il pagamento. L’approvazione è valida per una determinata finestra temporale.

4- Il wallet allega questa firma alla transazione e la inoltra a Ethereum.

5- Lo smart contract “paymaster” verifica la validità della firma e copre il costo del gas per elaborare la transazione.

 

Questa sequenza di passaggi consente all’utente di pagare le tariffe del gas con la propria carta Visa fuori dalla chain, eliminando la necessità per gli utenti di detenere ETH per pagare le tariffe. Questa strategia semplifica notevolmente l’esperienza dell’utente, rendendo le transazioni più veloci e convenienti.

Visa ha condotto diversi test sulla rete di prova Ethereum Goerli, utilizzando strumenti open-source esistenti come la libreria userop.js di Stackup. Le transazioni di prova sono riuscite a coprire le commissioni tramite il paymaster senza bisogno di ETH.

Questa nuova soluzione, come abbiamo sottolineato nella parte iniziale dell’articolo, riduce enormemente i problemi di transazione quando si utilizza un wallet.

L’adozione di soluzioni paymaster da parte di fornitori di wallet potrebbe consentire agli utenti di pagare le tariffe del gas utilizzando le carte di credito Visa.

Bedawala ha anche accennato a implicazioni più ampie, osservando che i “commercianti” o le dApp potrebbero sfruttare paymaster per migliorare l’esperienza d’acquisto del cliente.

Segui Cryptonews Italia sui canali Social

   

Articoli consigliati