09 giugno 2021 · 3 min read

Altri parlamentari latinoamericani spingono per leggi su Bitcoin!

La schiera di politici latinoamericani con "occhi laser" che si uniscono al movimento a sostegno dell'adozione di bitcoin (BTC) sta iniziando ad aumentare - e mentre la maggior parte della folla è costituita da giovani parlamentari del partito di opposizione, il gruppo ora vanta almeno un vice ministro del governo.

Fonte: Adobe/Marek

Mentre il movimento è iniziato sul serio durante il fine settimana, quando il presidente di El Salvador Nayib Bukele ha espresso il suo sostegno all'adozione, altri nella regione hanno subito seguito l'esempio. Il regime di Bukele ha portato avanti un disegno di legge, che verrà promulgato tra 90 giorni, e che vedrà BTC adottato come moneta legale della nazione, insieme al dollaro USA.

Ma come riportato in precedenza, un piccolo ma crescente numero di parlamentari di altre nazioni, come Paraguay, Argentina, Panama e Brasile, si è espresso a favore dell'attuazione di misure simili nei propri paesi. Sebbene alcuni abbiano parlato di lanciare disegni di legge privati, la maggior parte di questi ha realisticamente poche possibilità di successo, allo stato attuale delle cose.

Tuttavia, il vice ministro ecuadoriano dell'inclusione economica Julio Eduardo Clavijo è l'eccezione. Sebbene sia solo un giovane ministro, Clavijo è eccezionale in quanto, a differenza della maggior parte degli altri finora, è un membro del governo della sua nazione e del partito al governo. Come altri, è stato impegnato a ritwittare i messaggi di supporto degli appassionati regionali di BTC.

L'entusiasmo si è diffuso anche in Messico, dove la sostenitrice di lunga data della tecnologia e della blockchain, ovvero la senatrice di Neovo Leon Indira Kempis, ha anche lei aggiunto occhi laser rossi alla sua immagine del profilo. Kempis – come la maggior parte degli altri del gruppo – ha 30 anni ed è membro di un piccolo partito di opposizione: il Movimento dei Cittadini (nove seggi su 128 al Senato e 28 seggi su 500 alla camera bassa) .

Kempis non è l'unica senatrice messicana ad aderire al club, tuttavia – anche Eduardo Murat Hinojosa, membro del Partito Verde del Messico (Partido Verde Ecologista de México) ha espresso il suo sostegno, con occhi laser su Twitter e una raffica di retweet pro-cripto. Il partito ha sei senatori e otto seggi alla camera bassa.

Il principale exchange di criptovalute della nazione, Bitso, ha avuto una giornata campale su Twitter, scrivendo "Benvenuto Indira" e chiedendo: "Chi è il prossimo?"

Tuttavia, ci sono suggerimenti che la tendenza potrebbe avere le sue radici nel mondo degli affari. Ricardo Salinas Pliego, un potente miliardario messicano con legami con il governo, l'anno scorso ha reso pubblica la notizia di un acquisto di bitcoin e ha dato consigli sull'investimento in BTC.

L'1 giugno, ben prima che la storia di El Salvador esplodesse, Salinas Pliego ha aggiunto l'hashtag #bitcoin al suo profilo Twitter e ha modificato il suo profilo per aggiungere occhi laser. Da allora questa immagine è stata ritwittata da alcuni parlamentari, tra cui Carlos Rejala, il deputato paraguaiano che ha promesso di lanciare un disegno di legge sull'adozione di BTC. Rejala ha chiamato Salinas Pliego "il maestro" - un suggerimento forse che il guru degli affari potrebbe aver innescato la tendenza in America Latina.

Numerosi politici salvadoregni – in particolare i parlamentari del partito Nuevas Ideas al governo di Bukele – si sono schierati in maniera chiara su BTC. Questi includono in particolare artisti del calibro di Mónica Taher, il capo del dipartimento degli affari internazionali tecnologici ed economici del governo, il cui feed Twitter è ora pieno di appelli diretti ai membri della comunità BTC, mentre la nazione tenta di attrarre clienti da imprenditori internazionali.

Un altro notevole sostenitore è Ruben Flores, il deputato più giovane di El Salvador a soli 25 anni.

Un nuovo capitolo provvisorio potrebbe essere aperto anche in Colombia, dove Jehudi Castro Sierra il sostenitore di lunga data di BTC, ex viceministro dell'economia digitale e attuale consigliere per la trasformazione digitale del presidente, ha chiesto in modo allettante a Jack Mallers, CEO di Strike ( società di pagamenti BTC che ha collaborato con El Salvador per la questione di Bitcoin), di "controllare" i suoi messaggi diretti su Twitter (DM). E mentre la loro ulteriore discussione con Mallers non è ancora pubblica, Sierra era anche impegnato a intrattenere i Bitcoiner e a trollare il famoso scettico BTC e investitore, Peter Schiff.

____
Per saperne di più: 
- Latin American MPs Widen Overton Window For Bitcoin
- Bitcoin Is More ‘Public’ Money than Central Bank-Issued Fiat Currencies

- Prepare For 'Uncertain Future of Money' – US Intelligence Center
- Bitcoin Faces Hedge Test Amid Rising Inflation Concerns

- Post-COVID-19, Bitcoin & Co May Help UK Escape from Economic Funk
- A Debt-Fuelled Economic Crisis & Bitcoin: What to Expect?

- Not Only Bitcoin Price Is Changing During This Bull Run
- Bitcoin Mass Adoption Would Benefit and Harm Current Economy