Home NewsBlockchain News

La Corea del Sud finanzia con 383 milioni ricerca e sviluppo Blockchain

Di Tim Alper
La Corea del Sud finanzia con 383 milioni ricerca e sviluppo Blockchain 101
Source: iStock/sharrocks

Il governo sudcoreano sborserà 383 milioni di dollari in finanziamenti per incentivare nei prossimi sei anni la ricerca blockchain guidata da Seoul.

Secondo un report di ZDNet Korea, il Ministero della Scienza e TIC del paese prevedono di utilizzare i fondi per sviluppare una tecnologia blockchain originale, con il governo alla guida della creazione di una "economia basata sui dati" alimentata dalla blockchain.

Si pensa che il governo sia desideroso di lavorare su progetti che includano il miglioramento dell'affidabilità dei contratti intelligenti, potenzino l'interoperabilità tra piattaforme blockchain e sviluppino algoritmi di consenso che possano aiutare a superare i problemi di prestazioni, stabilità e scalabilità.

Si ritiene inoltre che Seoul stia favorendo la tecnologia blockchain open source.

Lo stesso comunicato stampa cita un funzionario governativo anonimo che ha "familiarità con il progetto" riportando:

“Dobbiamo superare i problemi di fiducia sui dati al fine di attivare un'economia basata sui dati. La tecnologia Blockchain può aiutare a creare una base di fiducia per la condivisione dei dati.”

Lo stesso funzionario ha anche affermato che il nuovo impulso finanziario non è un tentativo di rendere la Corea del Sud la "nazione leader nel mondo nella blockchain", ma piuttosto una vera e propria iniziativa concertata per migliorare lo sviluppo economico della nazione.

I lettori possono ricordare che all'inizio di questa settimana, alcuni ricercatori in Giappone hanno affermato che la Cina stia attualmente guidando la corsa globale alla registrazione dei brevetti blockchain, sebbene le società sudcoreane e le agenzie governative abbiano il secondo posto, registrando 1.150 domande nel periodo 2009-1018.

Inoltre, come riportato, l'industria blockchain della Corea del Sud sta vivendo problemi di appetito, con solo il 20% delle aziende domestiche legate alla blockchain che sta realmente vendendo qualcosa.

Più Articoli