Ex manager di Coinbase si dichiara non colpevole

 

Coinbase
Fonte: AdobeStock / Семен Саливанчук

 

In quello che viene descritto come il primo caso di insider trading relativo alle criptovalute negli Stati Uniti, un ex product manager presso l'exchange Coinbase e suo fratello si sono dichiarati non colpevoli di accuse di frode telematica.

La difesa si basa sul presupposto che le criptovalute non siano titoli azionari o commodity e per questo motivo il caso potrebbe esercitare un impatto sulla giurisprudenza americana relativa allo status giuridico delle criptovalute.

Ex manager di Coinbase accusato di aver condiviso informazioni riservate

Il 32enne Ishan Wahi è stato arrestato il mese scorso a Seattle dopo che i pubblici ministeri avevano deciso che era probabile che avesse condiviso informazioni riservate con suo fratello Nikhil e il loro amico Sameer Ramani. Reuters ha riferito che le loro attività sarebbero state legate ai prossimi annunci di nuovi asset crypto che Coinbase avrebbe consentito ai suoi utenti di scambiare.

In una dichiarazione rilasciata il mese scorso, dopo che sono state presentate accuse contro gli imputati, il procuratore degli Stati Uniti Damian Williams ha affermato che,

Il "messaggio con questi addebiti è chiaro: la frode è la frode, che si verifichi sulla blockchain o a Wall Street. Il distretto meridionale di New York continuerà a essere implacabile nell'assicurare i truffatori alla giustizia, ovunque li troviamo".

I due fratelli si dichiarano non colpevoli

Durante un processo in un tribunale federale di Manhattan davanti a un giudice distrettuale degli Stati Uniti, i due fratelli si sono dichiarati non colpevoli. Nel frattempo, il loro amico rimane latitante, con le forze dell'ordine statunitensi che cercano di determinare dove si trovi.

David Miller, che è l'avvocato di Ishan Wahi, ha affermato che le accuse dovrebbero essere respinte, poiché l'insider trading richiede il coinvolgimento di titoli azionari o materie prime, e non è così. Il pubblico ministero Noah Solowiejczyk non è d'accordo, sostenendo che le informazioni non erano pubbliche e che l'accusa contro gli imputati era coerente con precedenti casi di frode telematica.

I pubblici ministeri affermano che Nikhil Wahi e Ramani hanno utilizzato i wallet di ethereum (ETH) per acquisire criptovalute e poi le hanno scambiate almeno 14 volte prima che Coinbase facesse gli annunci ufficiali nel giugno 2021 e nell'aprile 2022. L'accusa afferma che gli annunci in genere hanno causato l'aumento dei prezzi degli asset e ha generato almeno 1,5 milioni di dollari di guadagni illeciti per gli imputati.

La prossima apparizione in tribunale degli imputati è prevista per il 22 marzo e la cauzione per i fratelli Wahi è stata fissata a 1 milione di dollari ciascuno. La Securities and Exchange Commission (SEC) ha sporto denuncia civile contro gli imputati.

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

______

Per saperne di più:
- La mossa della SEC contro Coinbase è un "grave errore"
- Coinbase Refutes Claims That it Lists Securities as SEC Kicks Off Investigation
- Coinbase Criticizes US SEC, Crypto Community Criticizes Coinbase over Insider Trading, and CFTC Chimes In
- AMP crolla quando Binance.US effettua il suo delisting
- The US Gets Another Crypto Regulation Idea
- Procuratore generale di New York cerca informazioni crypto