. 2 min read

La Banca Centrale Svizzera lancia una CBDC istituzionale!

CBDC

La Banca Centrale Svizzera ha annunciato il suo ingresso nel mondo delle valute digitali con il progetto pilota di una CBDC “wholesale” sull’exchange digitale svizzero SIX.

Il presidente della banca, Thomas Jordan, ha rivelato la notizia durante una conferenza tenutasi lunedì a Zurigo, come riportato da Reuters.

Il progetto pilota si svolgerà su  SIX per un periodo di tempo limitato, offrendo un’opportunità di valutare l’efficacia e la fattibilità di questa nuova forma di valuta digitale emessa dalla banca centrale.

Le CBDC “wholesale” (letteralmente all’ingrosso) sono una forma di valuta digitale emessa direttamente dalle banche centrali per uso istituzionale e riservato alle istituzioni finanziarie e ad altre entità autorizzate. Le CBDC al dettaglio, invece, sono destinate all’uso quotidiano.

La Banca Centrale Svizzera rimane ancora scettica per quanto riguarda le retail CBDC (al dettaglio).

Il presidente Jordan ha sollevato preoccupazioni sui potenziali rischi che potrebbero derivare da una valuta digitale al dettaglio sostenuta dalla banca centrale.

Ha sottolineato che l’uso di una CBDC al dettaglio è più difficile da controllare, suggerendo una cautela nell’adottare questa forma di valuta digitale.

“Non escludiamo che non introdurremo mai CBDC al dettaglio, ma al momento siamo un po’ prudenti”.

In un panel separato al Forum Zero Point, il governatore della banca centrale, Andrea Maechler, ha ribadito l’importanza del contante in Svizzera.

Ha sottolineato che il denaro contante è l’unico modo per le famiglie al dettaglio di detenere denaro emesso dalla banca centrale e ha enfatizzato la necessità di preservare questa caratteristica, indipendentemente dalla tecnologia utilizzata.

Mentre la Banca Centrale Svizzera procede con il suo progetto pilota, anche altre banche centrali si stanno avvicinando all’emissione di una CBDC.

Secondo il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (FMI), Kristalina Georgieva, almeno 10 banche centrali stanno facendo progressi significativi verso l’introduzione delle proprie valute digitali della banca centrale. Tuttavia, ci sono ancora molte questioni da affrontare in termini di organizzazione e regolamentazione delle CBDC.

Il FMI stesso sta lavorando a un’infrastruttura mondiale per le CBDC, che mira a garantire l’interoperabilità tra le diverse valute digitali e ad aumentare la loro adozione.

Attualmente, oltre 100 banche centrali in tutto il mondo stanno esaminando attentamente l’idea di una valuta digitale di banca centrale (CBDC), indicando un crescente interesse verso questa nuova forma di denaro digitale.

I paesi del G7 hanno superato la fase di ricerca e stanno ora progredendo verso lo sviluppo, annunciando progetti pilota concreti per le CBDC.

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali Social

   

Articoli consigliati