08 ott 2021 · 3 min read

Tether risponde al rapporto di Bloomberg contro la moneta

Tether USDT
Fonte: iStock/standret, Cryptonews.com

La discussione sui fondi che sostengono la stablecoin più popolare, tether (USDT), continua a crescere ed è ora passata ad un livello completamente nuovo – con la società che ha risposto a un rapporto di copertina di Bloomberg Businessweek che sosteneva che Tether fosse pieno di “stravaganti aneddoti” e “diffamazioni”.

Tether ha precedentemente affermato di aver tracciato una linea in merito alla questione se ha effettivamente o meno i fondi che sostiene siano alla base del token ancorato all'USD pubblicando i risultati di un "controllo". Ma nel suo approfondimento, un giornalista di Bloomberg è andato alla ricerca dei fondi e afferma di aver svelato poche prove di eventuali beni reali a sostegno della moneta.

Ma l'azienda ha risposto con rabbia contro il rapporto, così come alcuni membri della comunità cripto.

In una risposta pubblicata sul suo sito Web, Tether ha scritto che la storia di Bloomberg mostrava una "completa mancanza di ricerca diligente ed è piena di aneddoti stravaganti che non sono orientati verso la segnalazione etica ma alla diffamazione".

Nell'articolo di Bloomberg, l'autore ha scritto che le sue fonti gli avevano detto che "Tether non tiene più tutti i suoi beni in una banca alle Bahamas", definendo Tether un "mistero di criptovalute da 69 milioni di dollari".

Invece, l'articolo ha citato Jean Chalopin, il presidente di Deltec Bank & Trust a Nassau, alle Bahamas, dicendo che "deteneva solo contanti e obbligazioni a rischio estremamente basso per Tether".

Tether ha aggiunto che la storia "lavora duramente per screditare [il Chief Financial Officer di Tether] Giancarlo Devasini e i dirigenti di Tether con fonti che sono tutt'altro che credibili"

La risposta di Tether

“Anche se questo potrebbe minacciare l'istituzione dei sistemi finanziari tradizionali, continueremo a lavorare per i sottorappresentati. Ecco i fatti: tutti i token Tether sono completamente supportati, come abbiamo costantemente dimostrato. La società ha assunto una posizione di leadership nella trasparenza”.

Ha accusato Bloomberg di "una messa in scena" che ha comportato il "prendere frammenti di vecchie notizie da vari luoghi e fonti dubbie e adattarlo a una narrativa preconfezionata e predeterminata".

Il consulente legale di Tether, Stuart Hoegner, nel frattempo, è andato su Twitter per pubblicare ciò che lui e la società sostengono siano account ufficiali recentemente compilati che mostrano che l'USDT è effettivamente supportato da beni come sostiene l'azienda.

Tuttavia, alcuni intervistati hanno affermato che i documenti "non erano un controllo" e un altro ha affermato che c'era solo un modo per porre fine alla controversia una volta per tutte.

L'avvocato specializzato in criptovalute con sede in Illinois Grant Gulovsen ha suggerito che una serie di fazioni voleva semplicemente vedere fallire l'USDT e ha affermato che tali gruppi includevano una "fazione estrema composta da persone che pensano che tutte le criptovalute siano stupide", tipi più opportunisti che speravano la moneta sarebbe caduta, in modo che potessero "comprare al ribasso" e altri che "sono generalmente pro-cripto ma credono che Tether e i suoi imbrogli siano stati un'influenza corruttrice".

Un ultimo gruppo, ha suggerito, "goditi il dramma, voglio anche vedere la miniserie di Tether TV e immagino che non accadrà fino a quando il castello di carte non sarà crollato".

E il ricercatore indipendente Bernhard Mueller ha offerto alcune analisi su USDT e il suo impatto "sottile" sui prezzi delle criptovalute.

Ma in un'ulteriore svolta, sembra che l'account Twitter appartenente a Jan Ludovicus van der Velde, CEO di Tether, sia svanito nell'etere. L'account ora "non esiste", un'indicazione che è stato probabilmente cancellato.

Tuttavia, le pagine archiviate sembrano indicare che Ludovicus van der Velde era a conoscenza del fatto che il pezzo Bloomberg era in lavorazione il 3 ottobre, con il CEO che scriveva che "un'altra rivista finanziaria morente stava per schiantare" e stava "cercando di inventare un FUD di Tether in per guadagnare qualche soldo e ritardare la sua estinzione per qualche giorno in più”.

"Resta sintonizzato", ha avvertito, aggiungendo l'hashtag: "#dinosauri".
___
Scopri di più:
- Le Stablecoin sono tra le migliori monete: perché e cosa potrebbe significare

- Bitcoin rimane in positivo nonostante la presunta frode di Tether
- Dopo tre anni Circle rivela le riserve USDC
- Operatore USDC soddisfatto dopo che Yellen dichiara le Stablecoin un affare di "Sicurezza nazionale"