18 luglio 2021 · 8 min read

Ethereum, Solana, Polygon formano un fresco mercato di blockchain

La maggior parte delle blockchain è in competizione con Ethereum per ottenere una quota dello spazio smart contract/dapp. Ora stiamo assistendo alla nascita di un numero maggiore di chain supplementari/accessorie. Un numero crescente di esse viene finanziato privatamente da venture capital.

blockchain

Fonte: Adobe/vegefox.com

Le blockchain stanno proliferando quasi al ritmo delle criptovalute. Ora ci sono blockchain per la finanza decentralizzata (DeFi), gli exchange decentralizzati, gli smart contract, i token non fungibili (NFT), i contenuti video, per il cloud computing, i giochi, i mercati e chissà per quali altre cose.

Il mercato delle blockchain concorrenti sta diventando affollato e complesso, con molte piattaforme che offrono variazioni sulla stessa cosa e molte altre che offrono qualcosa di leggermente diverso. Difficile quindi distinguere quali saranno le chain dominanti o emergenti e come sarà il settore tra diversi anni in termini di quote di mercato.

Tuttavia, i dati del settore si aspettano che il mercato si cristallizzi e si consolidi in un futuro non troppo lontano, con le versioni cripto di Google e Amazon che probabilmente emergeranno sotto forma di piattaforme per dapps (applicazioni decentralizzate). Allo stesso tempo, il venture capital (VC) sta finanziando numerose piattaforme più piccole e le aiuta a crescere oltre la fase di avvio, cosa che promette di mantenere la diversità e la concorrenza nonostante la concentrazione.

Il panorama del mercato blockchain

Per la maggior parte, il mercato/settore blockchain è definito da piattaforme in stile Ethereum (ETH) che offrono supporto per smart contract e dapp.


“Dalla nostra osservazione, le chain esistenti sono simili nel modello; tuttavia, possiamo ancora aspettarci molta varietà in termini di natura. Mentre la maggior parte di loro mira a risolvere il problema della scalabilità dell'ETH, alcuni si concentrano sull'interoperabilità e sulla sicurezza", ha affermato Lennix Lai, direttore dei mercati finanziari di OKEx.

Altri osservatori del settore concordano sul fatto che la maggior parte delle chain è in competizione con Ethereum per una quota dello spazio smart contract/dapp, che probabilmente è il cuore dell'ecosistema cripto non incentrato sul denaro.

"Smart contract e dapp sono elementi fondamentali per una serie di importanti blockchain e, sebbene vi siano certamente alcune sovrapposizioni, non mancano casi d'uso diversi", ha affermato l'analista del mercato cripto di eToro Simon Peters.

E sì, Ethereum è, ovviamente, la piattaforma dominante quando si parla del nucleo del mercato blockchain. Secondo i dati compilati da DeBank, rappresenta circa il 73% del valore totale bloccato su tutte le piattaforme DeFi, con Binance Smart Chain (il suo rivale più vicino) che attualmente rappresenta il 17%.

“Ethereum è attualmente la piattaforma principale per dapps, smart contract e NFT. Nel tempo, dati gli aggiornamenti pianificati (come ETH 2.0) si spera che supererà i problemi di scalabilità e di commissioni di transazione elevate che ha attualmente", ha affermato Peters.

Nonostante il dominio di Ethereum sul mercato principale della blockchain, Peters sospetta che altri rivali potrebbero iniziare a consumare la sua quota di mercato.

Quali piattaforme blockchain possono competere con Ethereum?

"Tuttavia, Cardano (ADA) e Tezos (XTZ) - entrambe piattaforme per la creazione di token, smart contract e dapp - potrebbero benissimo competere con Ethereum per quote di mercato in futuro", ha aggiunto. (Tuttavia, Cardano non supporta ancora gli smart contract.)

Oltre a Cardano, Tezos e Binance Smart Chain, altre piattaforme smart contract/dapp rivali di Ethereum includono EOS, Tron (TRX), Solana (SOL), Algorand (ALGO), NEO e Avalanche (AVAX), tra le altre.

E oltre alle piattaforme che mirano a essere blockchain smart contract/dapp, stiamo ora assistendo anche a un numero maggiore di chain supplementari/accessorie, che mirano a fornire all'intero ecosistema funzionalità e capacità aggiuntive.

“Sul lato più unico della scala, abbiamo esempi come Chainlink (LINK), che è la principale rete Oracle decentralizzata per fornire dati del mondo reale a smart contract e blockchain nel loro insieme. E Polkadot (DOT), che offre un'interoperabilità blockchain mirata in modo che blockchain indipendenti possano scambiare informazioni e transazioni in modo affidabile", ha affermato Peters.

Altre chian che operano come accompagnamento alle blockchain "principali" includono Polygon (MATIC) (una soluzione di ridimensionamento a due livelli per Ethereum), Cosmos (ATOM) (una piattaforma per collegare alla principale altre blockchain) e Kusama (KSM) (una blockchain di prova per Polkadot).

Poi ci sono i progetti che vantano usi specifici, a volte di nicchia, come Iota (MIOTA) (che non è una blockchain), Filecoin (FIL), Theta Network (THETA), e VeChain (VET). Ciò evidenzia il fatto che, anche se alla fine alcune blockchain emergeranno come piattaforme di smart contract/dapp dominanti, ci sarà sempre un ecosistema periferico di altre chain che offrono casi d'uso mirati.

Finanziamenti e ricavi

La cosa interessante del mercato blockchain è che viene sempre più gestito come un settore tradizionale dell'economia. Ciò significa che un numero crescente di chian viene finanziato privatamente dal capital venture (capitale di rischio), con l'aspettativa di profitti bancabili da qualche parte in futuro.

“Il capitale di rischio è ancora una fonte significativa di finanziamento per le piattaforme blockchain. Aiuta le piattaforme o i progetti a crescere rapidamente; tuttavia, non è un successo garantito", ha affermato Lennix Lai.

Ha aggiunto che OKEx ha aiutato con la consultazione di molti nuovi progetti blockchain, sebbene la pianificazione per una parte significativa di questi sia spesso nella fase "molto iniziale".
“Questa è una cosa pericolosa poiché il denaro viene fornito con dei vincoli; ogni decisione dovrebbe essere strategica, o aumentare troppo velocemente potrebbe finire per fallire", ha detto.

Wilson Withiam, un analista di ricerca senior presso Messari, ha affermato che il finanziamento è di solito un mix in questi giorni, con il tradizionale finanziamento tramite VC(venture capital) integrato da qualche variazione di una vendita di token.

“Quasi ogni nuovo progetto di livello 1 ha generato un round di VC privato. Diversi (non tutti) hanno anche tenuto una vendita pubblica di token al momento del lancio o prima del lancio nella mainnet, così da raccogliere più fondi e migliorare la distribuzione iniziale dei token", ha detto a Cryptonews.com.

Withiam ha anche notato che la maggior parte dei progetti blockchain in questi giorni lanciano una fondazione incaricata di supervisionare la distribuzione dei fondi raccolti al fine di supportare iniziative di sviluppo.

“Queste fondazioni spesso ricevono anche un'assegnazione di token, che venderanno periodicamente in vendite private per finanziare iniziative di sviluppo e adozione a lungo termine. Gli esempi includono la Celo Foundation, la Solana Foundation e Ava Labs", ha affermato.

Per quanto riguarda i ricavi, ci sono pochi o nessun dato sul fatto che i progetti blockchain sostenuti da capitali di rischio stiano guadagnando qualcosa di definibile come un "profitto". Nel frattempo, il quadro è ulteriormente complicato dal fatto che alcune reti blockchain sono più decentralizzate, con commissioni di transazione (per esempio) che solitamente si rivolgono ad un pool disperso di miner o validatori, piuttosto che a una società o organizzazione centralizzata che registra un profitto.

Ciò potrebbe potenzialmente minare i tentativi da parte di progetti nuovi ed esistenti di attrarre capitali di rischio significativi. Tuttavia, con blockchain di successo che probabilmente vedranno i loro token nativi aumentare notevolmente di valore, questo potrebbe essere sufficiente per compensare il fatto che le blockchain mancano di un flusso di entrate tradizionale.

Il mercato futuro delle blockchain

È probabile che ci vorrà un po' di tempo prima che il mercato blockchain si consolidi nel modo in cui la bolla delle dot-com si è consolidata dopo il 2001 in alcune società importanti.

"Nel medio-lungo termine, assisteremo a un'esplosione di chain e app specifiche che appariranno su nuove piattaforme", ha affermato Withiam.

Pur riconoscendo che la maggior parte delle nuove piattaforme non sono complete di funzionalità e non hanno raggiunto uno stato di maturità che renda praticabile l'adozione a livello di Ethereum, ha anche suggerito che ci sono troppi aggiornamenti e catalizzatori all'orizzonte per pensare che non lo faranno crescere in futuro.

“Cosmos e Polkadot hanno due delle più grandi comunità di sviluppatori al di fuori di Ethereum e ciascuna di esse ha in arrivo aggiornamenti che definiscono la rete che incoraggeranno sviluppatori e utenti a esplorare opportunità all'interno dei rispettivi ecosistemi. Solana ha un fiorente ecosistema di applicazioni che potrebbe essere a corto di strumenti per ora, ma potrebbe avere abbastanza slancio per superare gli ostacoli a breve termine", ha affermato, osservando anche che Terra (LUNA) e THORChain (RUNE) hanno dimostrato app specifiche per catene possono aggiungere e generare un valore significativo.

Tuttavia, gli osservatori del settore sospettano che, prima o poi, emergeranno alcune blockchain dominanti.

“In termini di evoluzione del 'settore blockchain', sento che ci saranno blockchain dominanti che verranno utilizzate per la costruzione di dapps. Alcuni, come Ethereum e Tezos, sono attualmente incentrati sull'impresa e su come le aziende esistenti possono utilizzare le loro blockchain per nuove iniziative, ad esempio Red Bull Racing e McLaren Racing che utilizzano Tezos per gli elenchi NFT", ha affermato Simon Peters.

Per Lennix Lai, questa evoluzione è "inevitabile" ad un certo punto. "Ci piacerebbe vedere la nostra versione di casi di successo come Google e Amazon nel campo blockchain/cripto nei prossimi anni", ha affermato.

Nonostante ciò, rimarranno una serie di altre blockchain che offrono caratteristiche e funzionalità uniche, nonché chain che prendono di mira applicazioni e casi d'uso specifici (come Cardano che lavora con il governo dell'Etiopia).

“Vedo una crescente importanza per una serie di progetti di interoperabilità come Polkadot e Cosmos, che consentono a diverse blockchain di comunicare tra loro. Vale la pena guardare anche progetti come Chainlink, con cui sono incluse applicazioni chiare per portare dati del mondo reale su blockchain per l'uso in dapp e smart contract ", ha concluso Peters.

____
Per saperne di più:
- 6YO Cardano Still Compensates Lack Of Adoption With Plans & Hopes
- Ethereum Needs to Try Harder To Keep Its Dominance in a Multichain Future

- Ethereum Developers On Why They Don’t See Cardano & Binance Chain As Rivals
- Solana Rallies On USD 314M Investment News