12 ott 2021 · 2 min read

L'FMI avverte che l'inflazione aumenterà

FMI
L'amministratore delegato del FMI, Kristalina Georgieva. Fonte: uno screenshot, Instagram/the_imf

Il Fondo monetario internazionale (FMI) ha affermato oggi che l'inflazione osservata attualmente nei principali paesi sviluppati è “transitoria” e scenderà al 2% nelle economie avanzate entro la metà del 2022. Ma prima di ciò, è previsto un picco dell'inflazione negli ultimi mesi di quest'anno.

Secondo il loro nuovo rapporto, le banche centrali di tutto il mondo dovrebbero "in generale esaminare" i numeri dell'inflazione attualmente elevata e non inasprire la politica monetaria "fino a quando non ci sarà maggiore chiarezza sulle dinamiche dei prezzi sottostanti".

La raccomandazione dell'organizzazione di non agire sull'inflazione attualmente elevata potrebbe essere una buona notizia per asset come bitcoin (BTC), che dovrebbe prosperare in ambienti inflazionistici.

I rischi di inflazione sono "sbilanciati al rialzo" 

Tuttavia, il Fondo ha anche osservato che le banche centrali dovrebbero essere pronte ad agire rapidamente se l'inflazione dovesse superare le attese. Ha chiarito che i rischi di inflazione sono "sbilanciati al rialzo" in particolare negli Stati Uniti, mentre le dinamiche inflazionistiche in Giappone e nell'area dell'euro "rimangono deboli".

Inoltre l'FMI ha affermato che "in contesti in cui l'inflazione è in aumento tra tassi di occupazione ancora bassi e i rischi di disancoraggio delle aspettative che stanno diventando concreti, potrebbe essere necessario inasprire la politica monetaria per superare le pressioni sui prezzi, anche se ciò ritarda la ripresa dell'occupazione".

inflazione

FMI: la previsione di crescita "al ribasso" è un rischio reale

Guardando i dati di crescita previsti per il mondo, l'FMI ha affermato che la possibilità che la loro previsione di crescita sia "inclinata al ribasso", con una crescita inferiore, in altre parole, è un rischio reale. Per diverse importanti economie sviluppate, tra cui Stati Uniti, Regno Unito, Giappone, Germania e Canada, il Fondo ha ridotto le previsioni di crescita per quest'anno, ma le ha aumentate per il 2022.

In diversi paesi sono state tagliate le previsioni di crescita. Negli Stati Uniti la crescita stimata è stata ridotta di un intero punto percentuale al 6%, con i "vincoli di approvvigionamento" citati come motivo principale. Per il prossimo anno, la previsione è stata alzata dal 4,9% al 5,2%.

FMI

Inoltre, l'FMI ha stimato che i numeri del prodotto interno lordo (PIL) nelle economie avanzate torneranno al livello pre-pandemia nel 2022. Per il 2024, il fondo ha affermato che il livello potrebbe essere superato anche dello 0,9%.

Infine, il fondo, guidato dall'economista bulgara Kristalina Georgieva, ha sottolineato che attualmente le "valutazioni estese degli asset " significano che il sentimento degli investitori nei mercati finanziari potrebbe cambiare rapidamente. Come esempi di quali tipi di eventi potrebbero innescare un cambiamento nel sentimento, l'FMI ha elencato le notizie negative sulla pandemia, il tetto del debito federale degli Stati Uniti o il settore immobiliare in difficoltà della Cina come potenziali fattori scatenanti.
____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
 


Per saperne di più:
- Bitcoin Price to Face Another Test as Central Banks Eye Rate Hikes
- The World Without Inflation - Jeff Booth & Andrew Yang

- FMI dà soluzioni per contrastare la crescita delle crypto
- No a bitcoin come valuta legate: il fondo monetario internazionale afferma che è una "scorciatoia sconsigliabile"
- Bitcoin e cripto riducono la disuguaglianza di ricchezza
- CDO e la crisi finanziaria globale del 2007-09