Perché le criptovalute devono essere regolamentate?

criptovalute
Fonte: Adobe/ninefotostudio

Viktor Prokopenya è un investitore fintech con sede a Londra e fondatore di VP Capital, un veicolo di investimento focalizzato sul settore tecnologico.

Perché le criptovalute devono essere regolamentate?

Potremmo vivere in un mondo senza regole? In teoria, sì, possiamo convivere con l'assenza di un governo, e in effetti lo facevano i nostri primi antenati. Al suo estremo, questo si chiama anarchia - uno stato di disordine e illegalità.

In realtà, gli esseri umani hanno scoperto che le normative sono gli elementi costitutivi di una società armoniosa e sono fondamentali per lo sviluppo. Servono strutture e regole per promuovere una cultura positiva.

L'economista Elinor Ostrom, vincitrice del Premio Nobel, ha osservato che quando le persone devono gestire risorse condivise come la terra, la pesca o l'acqua per l'irrigazione, costruiscono spontaneamente delle regole.

Infatti, nel corso della storia, abbiamo visto che ogni industria in evoluzione passa attraverso un processo che termina in misura maggiore o minore con la regolamentazione. I settori più regolamentati sono quelli che hanno il potenziale per causare il maggior danno.

Prendiamo il caso dell'industria farmaceutica, ora fortemente regolamentata, in modo che in tutto il mondo le persone possano fare affidamento su farmaci convenienti e sicuri per proteggere la propria salute. Prima della regolamentazione, c'erano truffatori opportunistici che vendevano cure fraudolente a membri creduloni del pubblico.

L'istruzione è un altro esempio in cui la regolamentazione garantisce che gli stessi standard elevati siano mantenuti da diverse istituzioni, per generare fiducia in tutto il settore. Anche l'approvvigionamento alimentare e l'igiene sono fortemente regolamentati, per salvaguardare un bisogno umano fondamentale. In questi e innumerevoli altri settori, la regolamentazione ha avuto benefici positivi.

Attualmente, questo dibattito si sta concentrando intorno alle criptovalute. Al CEO di Tesla Elon Musk è stato recentemente chiesto se il governo degli Stati Uniti dovrebbe essere coinvolto nella regolamentazione del settore crypto. "Non è possibile, credo, distruggere le criptovalute, ma è possibile per i governi rallentare il suo avanzamento", ha affermato. 'Direi: 'Non fare nulla'.'

L'intero mondo delle criptovalute è guidato da una parola: libertà. Il semplice fatto che i governi non possano accedere al tuo portafoglio è già una grande vittoria quando si tratta di libertà.

Tuttavia, ciò non significa che le criptovalute debbano essere utilizzate per scopi criminali e che la loro immagine venga rovinata da una minoranza che la utilizza per riciclaggio di denaro o criminalità.

Questo è particolarmente vero nei mercati emergenti, dove dobbiamo proteggere sia il sistema che i consumatori. Guardate i diritti del lavoro in posti come la Cambogia, che certamente regredirebbero in assenza di quadri normativi forti. Qui, la regolamentazione agisce per sostenere la crescita economica e la libertà.

Pertanto, garantire che l'industria sia trasparente, chiara e rispettosa della legge è la chiave per mantenere la libertà.

Quindi, da parte mia, credo fermamente che le criptovalute debbano essere regolamentate. Inoltre, penso che l'industria dovrebbe aprire la strada attivamente e concentrarsi sull'impatto positivo che la regolamentazione può portare.

Come mai?

Perché fino ad ora, le criptovalute sono state il nuovo Wild West - e se vogliamo cambiarlo e diventare parte del rispettabile quadro finanziario, dobbiamo accettare che la regolamentazione è una parte necessaria della crescita.

Binance ha ignorato la regolamentazione per troppo tempo e guarda cosa è successo: ora è vietata in molte economie, mentre sono in corso indagini sulle accuse di frode fiscale e riciclaggio di denaro. La regolamentazione arriverà comunque man mano che il nostro settore cresce, quindi diamo il benvenuto. C'è chi vorrebbe frenare del tutto il settore, vietando alle istituzioni finanziarie di trattare in criptovalute e noi facciamo il loro gioco se non veniamo al tavolo e non ci comportiamo in modo responsabile.

Prendiamo il caso delle aziende tecnologiche. Il fatto che le aziende tecnologiche raccogliessero dati senza limiti ha portato al GDPR e a leggi simili. Ora sono soggetti a un quadro imposto e a multe salate se non rispettano i regolamenti. Se le aziende tecnologiche avessero lavorato in modo più responsabile con i dati e le autorità di regolamentazione dei clienti, le restrizioni imposte avrebbero potuto essere molto più leggere.

Questo perché, lasciati soli, i regolatori sbagliano dalla parte della rimozione della libertà. Lavorare con i regolatori è la chiave per preservare la libertà. La libertà è effettivamente scelta. In precedenza, le aziende potevano scegliere cosa fare con i dati. Ora, quella scelta è stata rimossa.

Il dialogo con i regolatori è il modo per preservare questa scelta. Se vogliamo che il nostro settore progredisca, c'è solo un modo per andare avanti: dovremmo aiutare i governi a plasmare la regolamentazione.

Nascondersi da questo fatto è infantile e irresponsabile nei confronti di dipendenti, partner e consumatori. Il problema con un approccio da "testa nella sabbia" è che un giorno ti svegli e vedi che il mondo è cambiato senza di te, e probabilmente non nel modo in cui volevi. Piuttosto che doversi adattare, è molto meglio dare forma a questo cambiamento.

Noi, pionieri del settore, dovremmo agire come custodi del sistema, prevenendone l'uso improprio e proteggendo i consumatori. Al contrario, la regolamentazione senza l'aiuto di professionisti può portare a errori e valutazioni errate, conseguenze indesiderate e rischi. Dopotutto, non siamo certo la prima industria che ha iniziato senza regole. Vent'anni fa, solo una manciata di paesi menzionava la parola "internet" nella legislazione. Oggi la maggior parte dei sistemi legali si è adattata al nuovo mondo connesso. Lo stesso accadrà con le criptovalute, che lo vogliamo o no. La chiave è guidare questo processo e renderlo buono. Pertanto, il dialogo, la discussione e il dibattito alimentati da opinioni informate sono l'unico modo per andare avanti.

Ciò comporterà il collegamento con i responsabili delle politiche nel Regno Unito, nell'UE e negli Stati Uniti, insieme ai governi di altre parti del mondo in cui si basa attualmente il mining e l'elaborazione delle criptovalute.

Come sarebbe una buona regolamentazione crypto?

Le criptovalute sono attualmente in gran parte non regolamentate nell'UE. La proposta di regolamento della Commissione europea sui mercati delle criptovalute (MiCA) è all'esame del Parlamento europeo. Farà parte della strategia di finanza digitale dell'UE e probabilmente avrà un impatto significativo sul funzionamento del mercato delle criptovalute nell'UE.

Anche in questo caso è utile che gli esperti aiutino a modellare questo regolamento. Naturalmente, dovremmo assicurarci che le criptovalute non siano un porto sicuro per il riciclaggio di denaro sporco, fondi criminali o altre attività nefaste.

Il World Economic Forum Global Future Council on Cryptocurrencies sta producendo un lavoro interessante in questo campo, come il suo documento Navigating Cryptocurrency Regulation: An Industry Perspective on the Insight and Tools Needed to Shape Balanced Crypto Regulation.

La Kalifa Review of UK FinTech riconosce giustamente che il FinTech non è una nicchia o un sottosettore, ma una rivoluzione tecnologica permanente che sta cambiando per sempre il modo in cui funziona la finanza. Inquadra anche lo sviluppo in questo settore intorno alla fiducia e alle sue basi necessarie nella leadership, nella regolamentazione e nello stato di diritto.

È probabile che alcuni principi ecologici che affrontano l'emissione di Co2 delle criptovalute vengano inclusi nella futura regolamentazione, e questo è abbastanza corretto: dobbiamo garantire che vengano utilizzate tecnologie e fonti di energia più pulite, se vogliamo rendere sostenibile la finanza di prossima generazione. In modo critico, non abbiamo bisogno di vedere la regolamentazione come intrinsecamente minacciosa.

Parte del problema qui è che le criptovalute sono una tecnologia dirompente, quindi gli individui coinvolti tendono ad essere pensatori fuori dagli schemi, a cui non piace essere confinati dalle regole.

Ci sono altri che sono protezionisti, temendo che l'attenzione generale possa erodere i loro profitti. Il progresso umano non è guidato dalla paura, tuttavia, ci impedisce di sfruttare al meglio il nostro potenziale.

Per essere veramente intelligenti, dobbiamo superare questa reazione naturale e abbracciare gli aspetti positivi che la regolamentazione porta, perché i responsabili delle regole non sono necessariamente contrari allo sviluppo finanziario. Nel complesso, si rendono conto che questo è un genio che non può essere rimesso nella bottiglia e può essere solo addomesticato e trasformato in un amico.

Sia a livello dell'UE che a livello nazionale, i regolatori europei hanno espresso sostegno alla tecnologia blockchain e al suo potenziale per la trasformazione digitale nel settore finanziario. L'obiettivo definito di questo regolamento è creare un quadro normativo orientato agli investimenti e alla crescita.

Ed è qui che i governi e i pionieri delle criptovalute concordano, la crescita può solo avvantaggiare tutti noi.

"La regolamentazione è la prossima frontiera per le criptovalute"

Possiamo aspettarci che la regolamentazione promuova la protezione dei consumatori e degli investitori, l'integrità del mercato e la stabilità finanziaria, portando a una maggiore legittimazione del settore. Questa sinergia attirerà nuovi investitori e consentirà alle criptovalute di espandersi nel mainstream.

Col tempo, questo porterà a una maggiore legittimità del settore. A loro volta, i migliori operatori saliranno in cima e diventeranno più redditizi, con loschi concorrenti che scompariranno dal mercato.

La regolamentazione è la prossima frontiera per le criptovalute: è un segno del successo del nostro settore. Non dobbiamo temerlo, ma invece abbracciare la regolamentazione al termine della fase successiva dello sviluppo delle criptovalute.

 

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT

____

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

 

______
Per saperne di più:
- "La FATF vuole uccidere la DeFi con nuove linee guida vaghe"
- DeFi: la regolamentazione è in arrivo
-Commissione europea: i trasferimenti sospetti a un "wallet unhosted" richiedono la KYC
- FATF Makes Small Crypto Platforms Easy Prey For Big Players

- Le criptovalute resistono al controllo dei Regolatori
- In arrivo 6-12 mesi di volatilità nei regolamenti crypto