18 ott 2021 · 4 min read

La fusione di Ethereum potrebbe avvenire nel giugno 2022

Ethereum merge
Fonte: Adobe/FellowNeko

Un importante upgrade per la rete Ethereum (ETH) ha appena ricevuto un altro aggiornamento sul calendario come un passo importante verso un algoritmo di consenso proof-of-stake (PoS), il Merge (la fusione), che dovrebbe avvenire a maggio o giugno del prossimo anno.

Il codice potrebbe essere finito entro febbraio, hanno concluso il community manager della Ethereum Foundation Tim Beiko e altri sviluppatori. Il Merge si riferisce all'evento sul percorso di Ethereum 2.0 quando l'attuale mainnet di Ethereum si "fonderà" con il sistema beacon chain PoS (proof-of-stake).

“Pensiamo che ~4 mesi siano un lasso di tempo generoso perchè il codice sia pronto per vedere l'unione sulla mainnet. Pensiamo che ci sia una possibilità [che il codice in fase di realizzazione] possa [essere finito] entro febbraio (ovviamente ci sono ancora molte incognite!), quindi abbiamo deciso di impostare la bomba in base a quello, ha riferito Beiko.

La fusione di Ethereum

Ciò a cui si riferisce qui è la bomba di difficoltà, alias l'era glaciale, che renderà Ethereum impossibile da minare e che avrebbe dovuto esplodere a dicembre (il cosiddetto aggiornamento del ghiacciaio Arrow). È stato ritardato l'ultima volta ad agosto durante il famoso aggiornamento London e sarà ulteriormente posticipato a giugno 2022. 

"Per essere chiari, se la fusione sarà pronta prima, potremmo farla prima", ha affermato Beiko. La bomba può essere posticipata di nuovo se gli sviluppatori non sono pronti, cosa che verrà discussa in una chiamata intorno a febbraio, ha suggerito Beiko, ma puntano ad avere solo un ritardo.

"Questo trova un equilibrio tra mantenere lo slancio, idealmente non posticipare la bomba due volte, e avere un po' di spazio di manovra per un lancio più lungo del solito e/o grandi cambiamenti di hashrate sulla rete", ha affermato. Detto questo, tutti i partecipanti hanno convenuto che la cosa più importante è avere un'unione sicura e ben collaudata, quindi "respingeremo senza problemi la bomba due volte se necessario".

1. Abbiamo bisogno che tutti i team dei clienti siano pronti per la fusione e diversi team possono sentirsi a proprio agio con tempistiche diverse;
2. Posticipare la bomba due volte se siamo troppo aggressivi può interrompere il progresso della fusione, ma averlo troppo lontano può farle perdere la sua utilità della funzione di forzatura;

— Tim Beiko | timbeiko.eth (@TimBeiko)

15 ottobre, 2021

Per Beiko, c'è molto lavoro da fare quando si pianificano i casi di "ripristino di emergenza", che è piuttosto difficile da stimare. La bomba di difficoltà si basa sull'attuale hashrate di rete, quindi se l'hashrate scende rapidamente prima della fusione, poiché i miner vogliono vendere le loro GPU, potrebbe accelerare l'avvento della bomba e potrebbe presentarsi settimane prima.

I traguardi di Amphora

La squadra in chiamata ha anche esaminato i punti fatti durante Amphora. Questo è stato un workshop faccia a faccia svolto una settimana prima con l'obiettivo di convincere i team di esecuzione e livello di consenso dei clienti a "appianare i problemi" nelle specifiche e raggiungere una serie di traguardi di sviluppo, come affermato nel rapporto di Beiko del 15 ottobre. "Le pietre miliari di Amphora miravano prima a far sì che i clienti fossero conformi alle specifiche, quindi aggiungendo gradualmente più complessità e infine aumentando la quantità di altri clienti con cui potevano interagire".

I traguardi delineati per l'evento sono stati raggiunti e l'evento stesso è stato un successo. I team dei clienti ora hanno un elenco chiaro di attività a cui devono lavorare, ha scritto Beiko, "e sono stati fatti abbastanza progressi per iniziare a raggiungere un segmento più ampio della comunità di Ethereum".

Inoltre, secondo il suo tweet, il 14 ottobre è stata lanciata una versione più stabile della devnet di Amphora, Pithos. La rete è attiva, quindi la comunità dovrebbe aspettarsi chiamate pubbliche "esplorando come gli strumenti di sviluppo e altre infrastrutture di base di Ethereum possono prepararsi al meglio" per il transizione da proof-of-work (PoW) a PoS. Amphora ha aiutato i team dei clienti e i ricercatori a identificare alcuni problemi che risolveranno, oltre a rispondere al feedback della community. "Entro poche settimane le specifiche dovrebbero essere finalizzate e, subito dopo, sarà resa disponibile una nuova rete di test stabile", ha affermato Beiko.

Infine, @protolambda ha commentato che una cosa che ha aiutato #amphora ad avere successo è stata avere una serie chiara di traguardi a cui mirare e che dovremmo mantenere questo approccio per i prossimi devnet mentre ci avviciniamo alla Fusione (The Merge) 💪🏻

— Tim Beiko | timbeiko.eth (@TimBeiko) 15 ottobre, 2021

Alle 8:56 UTC, ETH viene scambiato a quasi 3.832 USD. È in calo di quasi il 2% in un giorno e in aumento dell'11,6% in una settimana.

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______

Scopri di più:
- La Proof-of-Stake favorisce la centralizzazione e i ricchi
- Il futuro multi-chain porterà molti concorrenti a BTC ed ETH

- Vitalik Buterin di ethereum risponde ai suoi follower
- Bitcoin ed Ethereum stanno maturando come crypto asset