. 4 min read

Binance presenta il wallet Web3 che promuove la “finanza autonoma sovrana”

L’exchange di criptovalute Binance ha lanciato un nuovo wallet web3 per offrire ai suoi utenti un portale semplificato per l’auto-deposito.

L’azienda ha annunciato il lancio del wallet alla Binance Blockchain Week Conference di Istanbul, sottolineando che può essere integrato in 30 reti blockchain e può collegare gli utenti a diverse applicazioni decentralizzate (dApp).

Parlando alla conferenza, il CEO di Binance Changpeng Zhao ha sottolineato la necessità di dare agli utenti la possibilità di esplorare molteplici forme di custodia degli asset digitali.

“I wallet Web3 rappresentano molto di più della semplice archiviazione di beni digitali; sono una parte integrante del quadro Web3, che conferisce agli individui capacità di finanza autonoma sovrana”.

Il nuovo wallet Web3 sarà disponibile per tutti gli utenti sull’App di Binance e sarà in concorrenza con MetaMask e Trust Wallet.

Trust Wallet è attualmente di proprietà dell’exchange, quindi non è chiaro il ruolo che entrambi i wallet svolgeranno, ma secondo quanto riportato, il nuovo wallet sarà facilmente accessibile attraverso l’exchange.

Pur sottolineando la facilità di avvicinare gli utenti ad altre forme di archiviazione, non è stato rivelato se sarà obbligatorio passare attraverso il protocollo know-your-customer (KYC) per utilizzare il servizio.

“In definitiva, la nostra priorità è garantire che gli utenti possano esplorare il Web3 con noi in un ambiente facile da usare e protetto”.

Binance sostiene l’MPC per affrontare i problemi di sicurezza


Negli ultimi anni, i wallet Web3 sono stati soggetti alle attività di malintenzionati che hanno causato perdite, ma l’exchange ha evidenziato un modo per prevenire eventuali incidenti: il nuovo wallet integra il calcolo multiparte (MPC), che divide le chiavi private in tre parti per ridurre i rischi associati.

“La suddivisione delle quote delle chiavi in tre luoghi diversi attenua il rischio di compromissione delle chiavi e riduce la vulnerabilità del sistema”.

Questo sistema introduce gli utenti all’auto-custodia, in quanto due delle tre azioni saranno detenute dagli utenti, mentre l’altra sarà in possesso dell’azienda. Una delle due parti custodite dall’utente sarà memorizzata sul suo dispositivo mobile, mentre l’altra sarà crittografata attraverso il processo di recupero della password e supportata dall’archiviazione nel cloud.

Per quanto questo metodo cerchi di essere sicuro, l’azienda consiglia agli utenti di proteggere i loro dati in ogni momento e, secondo il Responsabile dei Mercati Regionali Richard Teng, elimina la paura di perdere le frasi seed, aumentando la fiducia degli utenti che interagiscono in un ambiente web3 sicuro.

Purtroppo il nuovo wallet non è disponibile negli Stati Uniti


Sfortunatamente, il nuovo wallet web3 è disponibile solo nel sito globale Binance.com, ma non negli Stati Uniti, in quanto il Paese opera con l’entità statunitense Binance.US.

Il più grande exchange di criptovalute per volume di scambi entrerà in competizione con Coinbase e OKX, che hanno lanciato in precedenza i wallet web3, in un momento in cui si trova ad affrontare un crollo dei volumi di scambi spot.

Nuovi rapporti mostrano che il volume di trading spot dell’azienda è diminuito significativamente di quasi il 40%, perdendo una parte della quota di mercato a causa della concorrenza.

Launchpad XYZ: la nuova piattaforma Web3 di trading intelligence per i trader alle prime armi


Oltre al nuovo wallet lanciato da Binance, lo spazio crypto Web3 si arricchisce di una nuova piattaforma di trading intelligence che favorirà soprattutto i trader di criptovalute alle prime armi.

Il progetto Launchpad XYZ (LPX), infatti, oltre a offrire una suite completa di strumenti di monitoraggio e analisi basati sull’intelligenza artificiale, metterà a disposizione degli utenti anche dei corsi di formazione e materiali didattici attraverso il programma LearnWithLaunchpad.

La prevendita di Launchpad XYZ è già in corso e finora ha raccolto più di 1,9 milioni dollari. Il fulcro della sua offerta è il token di utilità LPX che, oltre a garantire l’accesso di base alla piattaforma e a sbloccare le funzionalità premium, garantirà ai titolari ulteriori vantaggi. Tra questi vi sono il reddito passivo dello staking, l’accesso esclusivo alle whitelist e gli sconti per i partner.

Oltre ai vantaggi immediati legati a LPX, il token potrebbe potenzialmente svolgere un ruolo nelle decisioni di governance riguardanti gli aggiornamenti futuri della piattaforma e l’accesso anticipato al beta testing di nuove funzionalità e servizi, offrendo loro l’opportunità di modellare lo sviluppo futuro della piattaforma.

La piattaforma Launchpad XYZ integra anche un exchange decentralizzato (DEX) sul quale sono già disponibili oltre 100 coppie di trading, mentre sono in fase di sviluppo un marketplace NFT, un wallet e altri servizi Web3, tra cui nuovi giochi play-to-earn.

Con progetti che vanno dagli strumenti di trading AI fino al wallet integrato, la startup di criptovalute Launchpad XYZ sta gettando le basi per un ecosistema web3 completo.

Sebbene la tempistica per la realizzazione di questi servizi sia fissata per il prossimo anno, il sostegno finanziario che si è già assicurata conferisce credibilità ai suoi ambiziosi obiettivi. Non perdete la vostra occasione, quindi, e affrettavi a partecipare alla prevendita del token LPX.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche: