I tre motivi per cui il prezzo di bitcoin continuerà a salire!

Gaia Rossi
| 2 min read

Bitcoin

Gli ultimi otto mesi non sono stati molto facili per gli holder di Bitcoin, visto le sfide che hanno dovuto affrontare.

Dopo una caduta fino a 17.000 dollari nel novembre 2022 provocata dallo scandalo di FTX, la crypto ha incominciato a riprendere terreno a gennaio 2023, superando 24.000 dollari a febbraio.

Sembra che il valore della crypto adesso stia tornando a salire dopo essere stato stabile al di sotto dei 27.000 dollari nei giorni scorsi. E viste le notizie di mercato, sembra che questo aumento sia destinato a continuare. In particolare grazie a tre motivi:

1- Dollaro in declino, un segnale positivo per Bitcoin


Sappiamo che esiste una correlazione inversa tra dollaro e asset crypto. In pratica, quando il dollaro si rafforza, il valore di Bitcoin tende a diminuire, e viceversa.

Tuttavia, le ultime notizie macroeconomiche mostrano che il dollaro non è destinato a salire nei prossimi mesi. Nella scorsa settimana, l’indice del dollaro USA è diminuito dell’1,2%, registrando il terzo calo settimanale consecutivo.

La decisione della Federal Reserve degli Stati Uniti di interrompere il ciclo di rialzi dei tassi è il motivo principale dietro questa tendenza. L’ultimo rialzo ha messo in evidenza la fragilità del settore bancario statunitense, soprattutto con i recenti fallimenti di Silicon Valley Bank e Signature Bank. La diminuzione del valore del dollaro sembra inevitabile, e questo potrebbe favorire Bitcoin.

2 -L’arrivo degli ETF su Bitcoin


Le buone notizie per gli appassionati crypto non si fermano qui, visto che diverse aziende hanno annunciato l’intenzione di lanciare un Exchange Traded Fund (ETF) su Bitcoin, offrendo ulteriori opportunità di investimento nel settore.

In particolare, il più grande gestore patrimoniale del mondo, BlackRock, ha presentato una richiesta alla Securities and Exchange Commission (SEC), l’autorità di vigilanza del mercato azionario statunitense, per la creazione di un ETF basato su Bitcoin. Questa mossa, effettuata il 15 giugno, testimonia il crescente interesse dell’azienda nel fornire un prodotto finanziario basato sulla crypto di maggior valore.

Non è da meno Invesco, un noto gestore patrimoniale che gestisce oltre 1.400 miliardi di dollari, che ha presentato una richiesta per il suo ETF su Bitcoin denominato Invesco Galaxy Bitcoin ETF.

Da non dimenticare è anche WisdomTree, una società di gestione patrimoniale, che la scorsa settimana ha depositato una richiesta per il Wisdom Tree Bitcoin Trust.

È evidente che Bitcoin sta attirando sempre più l’attenzione di società di investimento. Questo interesse crescente da parte delle istituzioni finanziarie, insieme alle nuove opportunità di investimento rappresentate dagli ETF, si prevede che porterà ad una costante crescita del valore di BTC nei prossimi mesi.

3 -Bitcoin emerge come un rifugio sicuro


Le recenti azioni legali della SEC contro i due più grandi exchange crypto, Binance e Coinbase, hanno sorprendentemente avuto un impatto positivo sul valore di Bitcoin. Nonostante il tumulto, Bitcoin è rimasto al di fuori della sfera di competenza della SEC come asset finanziario. Questa situazione ha spinto gli investitori a spostare i propri capitali su Bitcoin ed Ethereum, al fine di tutelare i propri investimenti.

È quindi evidente che Bitcoin sta emergendo come un rifugio sicuro per gli investitori finanziari, simile a quanto accadeva con l’oro e il dollaro fino ai primi anni Settanta. Man mano che la fiducia nel mondo finanziario cresce di giorno in giorno, con il declino del dollaro e l’ingresso di diverse società nel settore crypto, sembra che Bitcoin abbia un futuro brillante davanti a sé.

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche:

 

Segui Cryptonews Italia sui canali social