13 ott 2021 · 4 min read

Approccio della SEC alle crypto è diviso da linee politiche

SEC
Fonte: Adobe/Kristina Blokhin

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti è divisa su diverse linee di partito riguardo la regolamentazione del settore delle criptovalute in generale e la proposta di "porto sicuro" più in particolare, mentre un alto funzionario della Casa Bianca afferma che l'amministrazione del presidente Joe Biden si sta preparando per una posizione ancora più dura per il settore. E mentre due eminenti commissari sono ben informati sull'industria, un avvocato sostiene che le azioni della SEC sono complessivamente dannose.

A seguito delle ultime osservazioni relative alle criptovalute dei commissari della SEC Caroline Crenshaw e Hester Peirce, l'avvocato Gabriel Shapiro ha osservato che, indipendentemente da dove i due approdano sulla questione, le rispettive posizioni sono "estremamente ben informate".

Le diverse posizioni dei commissari della SEC

Detto questo, mentre Crenshaw sostiene che le leggi esistenti sono sufficienti per affrontare l'aspetto della fiducia umana e della possibilità di sfruttamento del settore, Peirce sostiene che sono necessarie nuove leggi per affrontare i rischi di progettazione tecnologica autonoma.

E le due opinioni possono essere entrambe giuste da un certo punto di vista, ha scritto Shapiro. Tuttavia, la SEC sta adottando un approccio diverso e dannoso, ha affermato:

Il commissario Crenshaw ha affermato nelle sue dichiarazioni del 12 ottobre che la tecnologia che abilita le criptovalute – “una piccola ma crescente porzione dell'economia” – così come il suo potenziale, sono positivi. Però, come previsto, questo è arrivato con un "Ma".

“Si scopre, che pochi progetti di asset digitali sono passati attraverso il processo di registrazione. Molti operano come se non fossero soggetti ad un controllo normativo", ha affermato il membro del Partito Democratico.

Tra le proposte che sono state avanzate e contro le quali Crenshaw ha discusso, c'è quella del "porto sicuro", che mira a consentire alle aziende di criptovaluta di offrire token nell'ambito delle offerte iniziali di monete (ICO) in conformità con le regole del regolatore. Questa proposta è stata sostenuta dal commissario Hester Peirce, membro del Partito Repubblicano.

"Se fosse stato istituito un porto sicuro durante l'offerta iniziale di monete o il boom delle offerte iniziali di monete (ICO) del 2017 e del 2018, penso che i risultati sarebbero stati ancora peggiori per gli investitori e i mercati", ha affermato Crenshaw.

La sua interpretazione delle criptovalute arriva nel momento in cui il presidente della SEC, Gary Gensler, continua a spingere per una maggiore registrazione all'interno del settore. Gensler ha assunto questa posizione ad aprile, mentre Crenshaw è diventata commissario nell'agosto dello scorso anno.

Crenshaw ha affermato che,

“Non penso che un porto sicuro che permetta una raccolta illimitata di capitale con solo informazioni limitate e nessun obbligo di registrazione, sia nel migliore interesse degli investitori. Né sarà efficace nel prevenire la ripetizione degli eccessi e dei fallimenti del recente passato. [….] Invece di un porto, la mia speranza è che si possa costruire un ponte”.

In risposta alle osservazioni di Crenshaw, Peirce ha twittato: "Se il governo vuole portare la legge sulle criptovalute, dovrebbe comportarsi in modo lecito".

Nelle sue osservazioni, datate 8 ottobre, Peirce ha parlato di Gensler che ha chiamato l'industria delle criptovalute "Wild West", offrendo una visione diversa su di essa. Come il selvaggio West, ha detto, la frontiera delle criptovalute sembra “piuttosto selvaggia” a prima vista – ma, come nell'ex West, “c'è ordine e disciplina in tutto quel rude e ruzzolone. Poiché le criptovalute sono basate su un codice, il codice stesso funge da governatore della condotta".

Peirce ha aggiunto:

"Il porto sicuro che ho proposto per gli eventi di distribuzione di token conferma che c'è incertezza su quando le offerte di criptovalute implicano l'utilizzo delle leggi sui titoli; ma l'atteggiamento attuale della SEC è che c'è chiarezza a riguardo, quindi perché preoccuparsi di un porto sicuro? 

L'idea che ci sia chiarezza su quando le criptovalute sono titoli deve essere una sorpresa per gli avvocati che consigliano i progetti cripto che hanno lottato con questo problema per anni".

Tuttavia, Crenshaw sembra avere il sostegno dell'amministrazione al potere. Peter Harrell, direttore senior per l'economia internazionale e la competitività con il Consiglio di sicurezza nazionale, ha dichiarato al Wall Street Journal: "Ora state davvero vedendo l'amministrazione [Joe Biden] all'inizio di quello che ci aspettiamo sarà uno sforzo continuo e piuttosto aggressivo per assicurarci di capire e affrontare l'intera gamma di rischi che vediamo nello spazio delle criptovalute".
_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più:
- Critiche sui piani di regolamentazione crypto della SEC
- a16z presenta una proposta per regolamentare le crypto

- Le criptovalute resistono al controllo dei Regolatori
- La SEC dà la caccia ai Crypto Exchange e alle Altcoin

- Coinbase pianifica di anticipare i regolatori della SEC
- Coinbase accusa la SEC di comportamento discutibile

- In arrivo 6-12 mesi di volatilità nei regolamenti crypto
- Si prospetta una "fase oscura" sul fronte normativo DeFi